Festival dello Sviluppo Sostenibile. Dove la montagna fa scuola

La montagna è quest’anno presente con le Guide alpine e il Soccorso alpino al secondo Festival Italiano dello Sviluppo Sostenibile. Tra gli oltre 500 eventi del festival, organizzato dal 22 maggio al 7 giugno 2018 su tutto il territorio nazionale dall’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS), l’ambiente alpino con le sue infinite risorse turistico-ambientali e i suoi valori educativi è in primo piano a Milano il 31 maggio dalle ore 9 presso la sede Comunale de La Casa delle Associazioni e del Volontariato del Municipio 1 (via Marsala 8). In programma la presentazione del progetto “Quartieri in Quota – La montagna fa scuola”, un’occasione per misurarsi su nuovi progetti educativi tra professionisti della montagna, dirigenti scolastici, stakeholders, istituzioni e aziende private legate alla montagna.

Da più di tre anni il progetto educativo QinQ viene realizzato al quartiere periferico milanese Gratosoglio dalle associazioni Quartieri Tranquilli, Piccolo Principe e Attraverso la Montagna. Quest’ultima, capofila del progetto, è stata fondata nel 2004 da un gruppo di Guide alpine sulla scorta dell’esperienza “En passant par la montagne” cui diede vita nel 1995 l’alpinista francese Marc Batard per aiutare i giovani che vivono situazioni difficili – emarginazione sociale, insuccesso scolastico, malattia o handicap – a trovare nella montagna le motivazioni necessarie per superare il loro disagio. Tra i partner di “Quartieri in quota – La montagna fa scuola” risultano MountCity, il Collegio Guide Alpine Lombarde e il CAI.

Oltre alla presentazione del progetto di formazione, dedicato alle scuole primarie e secondarie dei quartieri periferici della città, vi saranno tre laboratori sui temi dell’ambiente e della sostenibilità che coinvolgeranno circa 80 ragazzi. Dedicati a una selezione di studenti di scuole superiori di 1° grado, sono previsti laboratori edutainment su 3 dei 17 Global Goals che l’ONU ha individuato per dare valore al futuro e a cui anche il progetto Quartieri in Quota si riferisce. I laboratori riguardano “Istruzione di qualità”, “Città e comunità sostenibili” e “Flora e fauna terrestre”. Di rilievo nel corso degli incontri sarà un invito al corretto comportamento in montagna sulla scorta dell’iniziativa nazionale del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico denominata “Sicuri sui sentieri”. É prevista la partecipazione dell’assessore alle Politiche sociali, Salute e Diritti, Pierfrancesco Majorino, di Nicolò Bongiorno, Presidente dell’Associazione Mike e di rappresentanti di Enel e Legambiente.

Tra le attività del progetto “Quartieri in quota. La montagna fa scuola”, va infine segnalata la preparazione di un Libro bianco che ripercorrerà la storia della “virtuosa educazione alpina” dall’Ottocento a oggi offrendo al tempo stesso concrete indicazioni per la realizzazione di progetti educativi che prendano spunto da un rinnovato rapporto tra scuola e montagna, tra scuola e ambiente. La montagna, scuola di vita, risulta oggi più che mai una possibile risorsa educativa nelle periferie urbane.

La montagna, scuola di vita, risulta più che mai una risorsa a fronte della rilevante quota (tra il 15% e il 25%) di quindicenni che non raggiunge la soglia minima delle competenze giudicate indispensabili per potersi orientare negli studi, sul lavoro e più in generale nella vita. Arch. Collegio lombardo Guide alpine.

Relatori della giornata del 31 maggio 2018 del Festival delloSviluppo Sostenibile dedicata ai Quartieri in quota:

PierFrancesco Majorino, Assessore Politiche sociali, Salute e Diritti;

Damiano Di Simine, Responsabile scientifico di Legambiente Lombardia;

Elena Biagini e Marilena Giovannelli, coordinatrici progetto Quartieri in Quota;

Nicolò Bongiorno, regista; presidente della fondazione Mike Bongiorno;

Piera Savino, Responsabile progetti di sostenibilità Enel per il nord Italia;

GianPaolo Bovio, Dirigente Istituto Comprensivo Statale “Arcadia”;

Alessandra Arruffati e Barbara Marchisio, Docenti Istituto Comprensivo Statale “Arcadia”.

Per partecipare all’incontro confermare la propria presenza scrivendo a iniziative@didatour.it oppure contattando il numero 02.48541230.

L’evento di apertura del Festival dello Sviluppo Sostenibile riguarda il seguente tema: “Italia 2030 – Innovare, riqualificare, investire, trasformare: dieci anni per realizzare un’Italia sostenibile”, 

www.quartieriinquota.it

www.festivalsvilupposostenibile.it

Commenta la notizia.