Assalto alla Tofana

Un nuovo impianto di risalita sostituirà il primo tronco della funivia “Freccia nel Cielo” a Cortina d’Ampezzo. Il progetto, a quanto si apprende dalla stampa locale, prevede la realizzazione di una cabinovia ad ammorsamento automatico con veicoli da 10 posti, denominata “Cortina – Col Drusciè”, in sostituzione del primo tronco dell’attuale funivia che collega l’abitato di Cortina al rifugio Col Drusciè. L’opera sarà completata per il 31 ottobre 2019 in vista dei Mondiali di sci del 2021. Alcuni degli interventi verranno portati avanti con la formula del progetto di finanza che prevede che il privato paghi l’opera per il 51% e il pubblico per il 49%. La nuova cabinovia che la società Tofana realizzerà per sostituire il primo tronco della funivia “Freccia nel cielo” andrà dallo stadio Olimpico a Col Drusciè. Prevista la realizzazione di una stazione intermedia a Colfiere per meglio servire l’area d’arrivo delle gare di slalom e l’area d’arrivo di Rumerlo, raggiungibile in 10 minuti a piedi grazie a un percorso pedonale dedicato. La cabinovia progettata dalla Leitner è di nuova concezione: le cabine hanno una capienza di 10 persone e permettono di raggiungere la portata massima di 1.800 persone l’ora rispetto alle 600 della funivia attuale. Portata oraria triplicata dunque: la cara vecchia Tofana che un secolo fa ne ha viste di peggio si prepari all’assalto. (Ser)

Commenta la notizia.