La madonnina dipinta di rosso

Strascico in montagna per le magliette rosse di don Ciotti in solidarietà ai migranti alla deriva o annegati nel Mediterraneo. In questo quadro non può che inserirsi l’episodio della madonnina dipinta di rosso sul Cusna (2120 m), la cima più alta della provincia di Reggio Emilia, cima molto frequentata e amata nel parco nazionale dell’appenino Tosco Emiliano. Un atto senza senso, di puro vandalismo, come sostiene un maestro di sci della zona? Fuori la politica dalle nostre montagne, come si indigna il presidente della pro loco? A quest’ultima domanda, cogliendo al balzo l’occasione offerta dalla madonnina dipinta di rosso, risponde nel suo sito Mountain Wilderness con un documento a cui aderiscono WWF Italia, Pro Natura, Amici della Terra, Comitato per la Bellezza, Italia Nostra, Altura, Comitato Nazionale per il Paesaggio.

“Su creste, pendici e vette sorgono ovunque ingombranti strutture di diverso tipo, da quelle tecnologiche a quelle più dichiaratamente simboliche, portatrici di messaggi storici, religiosi, artistici o fantastici”, esordisce il documento. “La montagna viene usata come palcoscenico di ambizioni personali o di gruppo, per imporre aggressivamente convinzioni religiose, marcare il territorio con un proprio segno inconfondibile, o per costruire business”, si specifica ancora. “Le associazioni firmatarie chiedono alle amministrazioni pubbliche, a partire dal profilo governativo nazionale per raggiungere le Regioni ed i Comuni, alle singole associazioni, di riportare sulle montagne la sobrietà di un tempo, evitando che questi ultimi regni della libertà continuino ad essere colonizzati e manipolati da chi pretende, attraverso tali mezzi invadenti, di imporre a tutti le proprie opinioni, anche estetiche”.

Fuori la politica, allora, con i suoi simboli dalle nostre montagne, senza dimenticare che in altri tempi le vette sono state colonizzate dai fasci littori mentre le camicie nere salivano ad accendere falò e a lacerare l’aria con colpi di moschetto. Ma erano, per fortuna nostra, altri tempi. Qualcuno non è d’accordo? (Ser)

Fonti:

http://gazzettadireggio.gelocal.it/reggio/cronaca/2018/07/09/news/la-madonnina-dipinta-di-rosso-atto-vandalico-sul-monte-cusna-1.17041777

https://www.mountainwilderness.it/editoriale/infrastrutture-croci-sulle-vette-2/

 

One thought on “La madonnina dipinta di rosso

  • 17/07/2018 at 15:43
    Permalink

    MI AQSSOCIO AI COMMENTI ED AUSPICI ESPRESSI DA CHI MI HA PRECEDUTO NEI COMMENTI. LA POLITICA ED IL CATTIVO GUSTO DOVREBBERO STAR LONTANI DALLE NOSTRE MONTAGNE

    Reply

Commenta la notizia.