Un algoritmo per salire al Sella

Parte l’edizione 2018 di Dolomites Vives che limita il traffico sui versanti del passo Sella. La gestione del traffico viene affidata agli algoritmi per stabilire quante auto far salire. Le limitazioni ai veicoli a motore, a quanto anticipa il quotidiano “Il Trentino” del 12 luglio 2018, sono previste da lunedì 23 luglio a venerdì 31 agosto (esclusi sabato e domenica) dalle 9 alle 16. Durante queste fasce orarie l’accesso è consentito ai possessori del pass Dolomites Vives che consente l’accesso gratuito a una determinata ora attraverso l’applicazione telefonica Open Move (disponibile per cellulari Android ed Apple). In alternativa gli automobilisti possono rivolgersi nelle postazioni specifiche aperte a Canazei (parcheggio di fronte alla funivia Belvedere); Alba di Canazei (presso il parcheggio di fronte alle funivie); Mazzin (vicino all’ufficio turistico); località Lupo Bianco (nel parcheggio di fianco all’hotel); località Pian del Schiavaneis (presso il punto di controllo). Previste postazioni anche a Santa Cristina val Gardena (accanto alla funivia Saslong) e a Plan del Gralba (vicino alle funivie).

Il tetto massimo è rappresentato da 200 veicoli all’ora al mattino (in pratica un passaggio ogni 20 secondi) e 150 nel pomeriggio. I punti di controllo sono due, esattamente nei punti in cui l’anno scorso il traffico veniva bloccato (dalle 9 alle 16) durante i “mercoledì green”: uno sul versante Gardenese, in località Pian del Gralba, e l’altro sul versante fassano del passo Sella, in località Pian de Schiavaneis. I percorsi alternativi sono garantiti dai passi dolomitici Gardena, Campolongo e Pordoi mentre sul fronte del trasporto pubblico sono garantiti con bus ogni 15-30 minuti (versante altoatesino) e ogni 30-60 minuti (versante trentino). Nella foto in alto (dal quotidiano “Il Trentino”) il punto di controllo degli accessi al passo Sella in Val di Fassa.

Commenta la notizia.