La Pompei delle Alpi 400 anni dopo

Il concerto di San Lorenzo venerdì 10 agosto 2018 nei Giardini di Palazzo Vertemate Franchi a Prosto di Piuro (SO) è un appuntamento caro ai chiavennaschi e ai turisti che partecipano all’evento in occasione dei festeggiamenti per il santo patrono. L’appuntamento con l’Orchestra Francesco Rogantini, diretta dal maestro Antonello Pugliam, è dedicato quest’anno  alla frana che 400 anni fa, il 4 settembre 1618, cancellò il paese facendone la Pompei delle Alpi. Anche un momento di festa – e questa è la forza della grande musica – può diventare occasione di raccoglimento e riflessione: prima con la sinfonia “del lutto” di Haydn, che il musicista stesso desiderava fosse eseguita al suo funerale, poi con il lirismo intimo della serenata di Elgar e con il concerto per oboe di Vaughan Williams, concepito in una Londra martoriata dai bombardamenti tedeschi nella seconda Guerra Mondiale. Il preludio da “Le campane di Piuro” di Carl Robert Gruner rappresenta invece una vera e interessante novità, trattandosi di una prima esecuzione assoluta. La partitura autografa del musicista, che visse a St. Moritz nella prima metà del secolo scorso, è stata recentemente donata al comune di Piuro dal nipote Ferdinand Gruner. Viene così alla luce una seconda opera lirica sull’eversione di Piuro, oltre a quella di Sayffardt già eseguita nel 2010 al Belfòrt.

Dopo alcuni giorni di pioggia. la sera del 4 settembre del 1618, dal versante settentrionale del Mottaccio si staccò a Piuro una frana dal volume stimato in circa 6 milioni di metri cubi che seppellì, pressoché interamente, il borgo e i suoi 1200 abitanti. Qui l’Orchestra Francesco Rogantini, diretta dal maestro Antonello Pugliam, che venerdì 10 agosto celebra il 400° anniversario dell’evento.

Commenta la notizia.