Rifugi, ma non per i cani

In varie zone delle Alpi, dalla Valle d’Aosta al Friuli, emerge il problema: consentire ai cani di “soggiornare” nei rifugi alpini? “Durante il giorno la presenza di un cane o più cani è gestibile”, ha spiegato il 5 agosto 2018 al quotidiano “Il Trentino” Angelo Jellici, presidente del coordinamento nazionale dei rifugi. “Ci sono alcuni rifugi che mettono a disposizione all’esterno anche ciotole per dissetare il fido amico dell’uomo. I problemi nascono quando la sera si presenta una comitiva con uno o più cani da alloggiare. Alcuni vorrebbero portare in camerata il loro animale, altri non si accontentano di uno spazio che il rifugista a volte mette a disposizione, sempre che la convivenza con altri animali sia possibile”. Un bel grattacapo, indubbiamente, per chi in questa stagione fa accoglienza in quota e, cani a parte, abbonda di gatte da pelare.

2 thoughts on “Rifugi, ma non per i cani

  • 14/08/2018 at 12:55
    Permalink

    NO… io non sono d’accordo! Dormire in una camerata sicuramente piena con un cane che è sempre un animale. I proprietari che si organizzassero a dormire con i loro animali in un altro modo. Ma i cani pastore, NON DORMONO ALL’APERTO’ I CANI RANDAGI CHE INCONTRIAMO IN MONTAGNA, NON DORMONO ALL’APERTO? NEL PARCO NAZIONALE DEI MONTI TATRA IN POLONIA E NEL parco dei Picos de Europa IN SPAGNA, I CANI NON POSSONO ENTRARE. LE LORO DEIEZIONI, SE LI RACCOLGONO… DOVE LI DEPOSITANO? MA C’E’ ANCHE LA PIPI’…

    Reply
    • 18/08/2018 at 10:35
      Permalink

      Si dice che bisogna essere tolleranti: ebbene, mi pare giusto che i padroni di cani si portino con sè il loro amico a 4 zampe ma, non devono pretendere che gli escursionisti (che amano gli animali ma non ne tengono appresso) siano tolleranti nelle pretese di costoro. Si devono adattare e pensare se il loro cane sopporti il fatto di rimanere all’esterno di un rifugio anche in caso di maltempo. Se un cane abituato a vivere in appartamento pretendiamo che debba vivere anche in un rifugio alpino ove vi possano essere persone soggette ad allergie causate dal pelo dell’animale (che ne perde costantemente tutto il giorno) non mi pare sia da persone intelligenti e rispettose per la salute altrui. Ora, pensiamo che a qualcuno piaccia portarsi con se una capra: vi darebbe fastidio? Se sì, per quale ragione? E’ pur sempre un animale! I rifugi alpini sono strutture adibite ad accogliere escursionisti, non sono adibiti a canili!

      Reply

Commenta la notizia.