“Treno d’autore” in partenza. Destinazione: Alta Val Tanaro

Cinque giorni, quattro comuni, dodici eventi, una sola valle. Questi i numeri della prima edizione de “Profili d’autore”, il festival dell’alta Valle Tanaro tra montagna, cultura e sport, promosso dall’Unione Montana Alta Val Tanaro per mezzo del progetto “D’Acqua e di Ferro” e realizzato grazie al contributo della Compagnia San Paolo di Torino. “Un intreccio eterogeneo di letteratura, cinema, sport ed enogastronomia, con appositi momenti dedicati ai convegni, alle tavole rotonde e alle mostre fotografiche”, viene definita la rassegna in un comunicato, “per valorizzare l’intero corridoio vallivo sullo sfondo delle Alpi Liguri”.

Si inizia il 7 ottobre con il “Treno d’autore” in partenza da Torino Porta Nuova verso Ormea prima e Bagnasco poi, lungo l’unica ferrovia turistica di Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta. Ad accompagnare i viaggiatori l’eclettico Bruno Gambarotta e lo scrittore Enrico Camanni che nel pomeriggio alle ore 15 presenta a Bagnasco il suo ultimo libro “Verso un nuovo mattino” (Laterza Editore). Venerdì 12 ottobre presso il Cinema Excelsior di Garessio, invece, il regista Alessandro Ingaria introduce “L’Aritmetica del Lupo”, documentario presentato al Trento Film Festival 2018, in concorso al Sandalia Sustainability Film Festival, al Film Festival della Lessinia e al Clorofilla Film Festival 2018.

Enrico Camanni, ospite della rassegna “Profili d’autore” in Alta Val Tanaro. In alto uno scorcio della vallata in tenuta autunnale.

Sabato 13, poi, sempre a Garessio convegno in mattinata sulle opportunità turistiche della Valle Tanaro a cura del progetto “D’Acqua e di Ferro”, quindi spazio ai libri di montagna con l’alpinista Giovanni Massari che presenta la guida “Bouldering in Valle Tanaro” (Blu Edizioni). Alle 17 dialoghi incrociati sulle terre alte tra narrativa e climatologia con Carlo Grande (scrittore e giornalista de “La Stampa”) e Daniele Cat Berro, membro della Società Meteorologica Italiana e della redazione di Nimbus. Ad Ormea alle 17.30, invece, tavola rotonda “Appunti per un viaggio nella terra brigasca tra antiche ricette, tradizioni e minoranze linguistiche” con il linguista Nicola Duberti, i registi Sandro Bozzolo e Alessandro Ingaria e le associazioni culturali “Ulmeta” e “A Vastera”. Durante la giornata, inoltre, corsa agonistica per le vie di Valsorda e, in serata, musica e street food. Domenica 14 ottobre, camminata escursionistica “Borghi in Cammino” a Garessio con Slow Food Piemonte e l’UISP, mentre alle 10 nella Casa dell’Amicizia di Garessio convegno “Il patrimonio Unesco quale volano di promozione di un territorio” con interventi dell’Ente di gestione delle Aree Protette delle Alpi Marittime, del Parco Regionale delle Alpi Liguri e di Annibale Salsa del Comitato Scientifico della Fondazione Dolomiti Unesco.

Nel pomeriggio del 14 ottobre premiazione del contest fotografico “#profilivalletanaro2018” e incontro con l’alpinista Marco Confortola che presenta il volume “Il cacciatore di Ottomila” (Hoepli Editore) e commenta il filmato “No Pain No Gain. Kanchenjunga 8.586 m”. Domenica 21 ottobre, infine, presso il Rifugio Pian dell’Arma di Caprauna, la scrittrice e antropologa Irene Borgna presenta il suo libro “Il Pastore di Stambecchi” (Ponte alle Grazie). Tutti gli eventi ad eccezione del singolo viaggio sul Treno d’Autore sono a ingresso gratuito. Per informazioni: www.dacquaediferro.it; dacquaediferro@gmail.com.

Commenta la notizia.