Montagne da gustare al Salone del Gusto

Ogni due anni Torino ospita un incontro tra la città e la cultura alpina del cibo grazie a “Terra Madre Salone del Gusto” che porta in città migliaia di contadini, commercianti e produttori di tutto il mondo, in un evento straordinario che aggiunge agli scambi commerciali, tipici delle fiere, scambi umani e culturali di riflessione condivisa sul significato del cibo per la società e per il territorio, del passato, del presente e del futuro (il tema dell’edizione 2018 che s’inaugura mercoledì 19 settembre 2018 al Lingotto, Mirafiori e in altre parti della città è “Food for Change”). Il progetto Alpfoodway, a quanto annuncia “Dislivelli”, è presente all’evento sotto diverse forme, a partire dall’animazione di uno dei cinque atelier del “Forum Origine, Diversità e Territorio – Sguardi sui territori in transizione”, evento parallelo a Terra Madre, in programma alla Casa del Quartiere di San Salvario (via Morgari 14) il 19 e 20 settembre. Per Alpfoodway, Cassiano Luminati (Polo Poschiavo), Laura Saudin (Regione VDA), Renata Meazza (Regione Lombardia), Elena Turetti (Comunità Montana Valle Camonica), Diego Rinallo (Kedge University), Valentina Zingari (Parc des Bauges), Sasa Poljak e Špela Ladinek (ZRC Sazu) discutono in questa circostanza del rapporto tra cultura del cibo e sviluppo locale nei territori alpini (il programma completo è sul sito https://origin-for-sustainability.org). Luminati partecipa anche all’incontro conclusivo del forum, in programma al Lingotto Fiere – sede principale di “Terra Madre/Salone del Gusto” il 21 settembre (ore 13).

Laboratori del gusto sono dedicati ai formaggi d’alpeggio o ai mais di montagna, con degustazioni di prodotti di valle, tour guidati alla scoperta dei prodotti tipici delle valli piemontesi, un forum sul tema dei produttori di montagna (21 settembre, ore 15.30) e un pranzo dedicato alla cucina delle Terre Alte…

“Dislivelli”, con il direttore Maurizio Dematteis, è a sua volta parte attiva di un incontro dedicato ai borghi di montagna. All’incontro, intitolato “Borghi, pievi, paesi e villaggi: resistere allo spopolamento” (Lingotto, Sala Azzurra, 22 settembre, ore 13), partecipano tra gli altri il presidente di Slow Food Carlo Petrini e il direttore Generale del Turismo presso il Mibact Francesco Palumbo. La “foodway alpina” è dunque presente in molti degli eventi organizzati al Salone del Gusto tra cui laboratori dedicati ai formaggi d’alpeggio o ai mais di montagna, degustazioni di prodotti di valle, tour guidati alla scoperta dei prodotti tipici delle valli piemontesi, un forum sul tema dei produttori di montagna (21 settembre, ore 15.30) e un pranzo dedicato alla cucina delle Terre Alte, con lo chef carinziano Gottfried Bachler, ospitato venerdì 21 dal ristorante del Museo della Montagna come è stato preannunciato in mountcity.it

https://salonedelgusto.com

Commenta la notizia.