L’Ossola si spopola. Case in vendita a 1 euro

Il presidente della provincia di Bolzano ha giustificato la legge di dubbia costituzionalità che vieta agli italiani non residenti di comprare una casa da quelle parti con “la difesa della Heimat”. “La sua idea di Patria (Heimat)”, scrive Gramellini nel suo “caffè” in prima pagina il 28 settembre 2018 sul Corriere, “si identifica con la meravigliosa porzione di terra che gli è capitata in sorte e che non vuole più condividere con chi arriva da fuori”. In modo ben diverso stanno le cose nel Verbano-Cusio-Ossola dove lo spopolamento incombe e presto con un referendum si dovrà decidere se passare dal Piemonte alla Lombardia.

Borgomezzavalle, comune della valle Antrona, una laterale dell’Ossola, un paese a 530 metri di quota che non ha avuto in sorte le stesse attrattive dei graziosi centri del Sud Tirolo, può comunque rappresentare una meta apprezzabile per chi, qualsiasi sia la sua nazionalità, desidera riconciliarsi con la natura e con se stesso. Il paese ha 320 abitanti e decine di case abbandonate divise tra tanti diversi proprietari, alcuni finiti chissà dove. Il sindaco Alberto Preioni spiega: “Se uno sta in America, non ha interesse per l’immobile che cade a pezzi, allora lo regali a chi è pronto a ristrutturare”.

Molte case in effetti a Borgomezzavalle cadono a pezzi e la fuga degli abitanti pare inarrestabile. Nel 1971 erano 714, ora sono 313. Visto che molti dei proprietari di queste case abbandonate sono ormai irreperibili, il comune ha deciso di farsi carico di tutte le pratiche burocratiche. Compito dell’acquirente sarà presentare entro due anni dall’acquisto la pratica edilizia di ristrutturazione. Non vi è obbligo di trasferire la residenza a Borgomezzavalle.

La prima casa è stata venduta. Il prezzo? Un euro. Un gruppetto di persone è salito in valle per prendere visione della zona e del fabbricato. A breve sarà in vendita la seconda casa o forse è già stata venduta. “L’obiettivo è di proporne una decina nel giro di qualche mese”, spiega il sindaco. Che cosa non si fa per arginare lo spopolamento in montagna, per preservarla dai nefasti effetti dell’abbandono. E come cambiano le prospettive nelle nostre montagne là dove la prosperità rappresenta solo un miraggio. (Ser)

 

Commenta la notizia.