In funivia, purchè col Wi Fi

Quasi un terzo degli investimenti totali effettuati nella nuova stagione invernale dalle società consorziate di Dolomiti Superski riguarda l’innevamento programmato. Generatori di neve, reti di tubature, torri di refrigerazione, sistemi di pompe e bacini di raccolta idrica: la tecnologia è in continuo sviluppo. Nei novanta milioni di euro investiti in nuovi impianti di risalita, piste, impianti di innevamento e attrazioni in quota per la 45a stagione che verrà inaugurata il 30 novembre 2018 si deve far rientrare anche un’innovazione che forse non ha precedenti. In Marmolada, dopo l’inaugurazione degli ascensori panoramici, da questa stagione ci sarà infatti il Wi Fi libero in tutte le cabine delle funivie. Sono le leggi del mercato a imporlo. Ma oggi che siamo sempre con il naso incollato sullo smartphone, incentivarne l’uso anche nei rari momenti in cui potremmo farne a meno e goderci in pace la visione delle Dolomiti sembra quanto meno diabolico. E’ da quel dì che Mountain Wilderness va predicandolo: la sovrabbondanza di mezzi tecnici sempre più riesce a oscurare, dopo averla abbondantemente appiattita, l’esperienza di ciascuno di noi in montagna. Ma a qualcuno degli odierni clienti di Dolomiti Sperski questo aspetto delle sue spensierate e tecnologiche vacanze sulla neve può forse interessare? (Ser)

Commenta la notizia.