Chi minaccia la lontra

Dall’Ufficio Comunicazione Ente Parco Nazionale Gran Paradiso (Twitter: @PNGranParadiso) riceviamo e volentieri pubblichiamo questo comunicato del 16 ottobre 2018 sulla problematica situazione della lontra nelle Alpi.

Verso una strategia comune di gestione. Esperti da tutta Europa si sono riuniti in Valsavarenche l’11 e il 12 ottobre 2018 per un workshop internazionale dedicato alla lontra, finalizzato a trovare una strategia comune di gestione di questo mammifero legato agli ambienti d’acqua dolce, specie “bandiera” di alto valore ecologico, scomparsa dall’arco alpino e in gran parte dell’Europa centrale negli anni ’70 a causa della caccia per la pelliccia pregiata, della distruzione del suo habitat (tagli della vegetazione ripariale, cementificazioni degli alvei fluviali, ecc) e dell’inquinamento da pesticidi.
All’incontro hanno partecipato esperti di conservazione di questa specie dell’Otter Specialist Group, il gruppo istituito ad hoc dalla commissione di sopravvivenza delle specie dell’IUCN.

La lontra è stata inserita tra le specie potenzialmente a rischio dall’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura, ed è classificata come minacciata nella lista rossa nazionale. Oltre agli esperti dell’IUCN sono intervenuti amministratori, esperti e ricercatori tedeschi, svizzeri, austriaci, sloveni e francesi.
Grazie alla presentazione delle diverse realtà presenti sull’arco alpino è stato possibile fare il punto della situazione su questo mammifero, dal monitoraggio dell’impatto sugli ecosistemi e sulle attività umane alle ipotesi di modalità di gestione condivise a livello alpino in ambito europeo.

I risultati dei lavori hanno portato alla redazione del documento ‘Gran Paradiso Otters in the Alps Manifesto’ (Manifesto del Gran Paradiso sulla lontra nelle Alpi) che l’IUCN-Otter Specialist Group diffonde attraverso tutti suoi canali e che rappresenta un primo passo verso una strategia transnazionale condivisa di gestione di questo meraviglioso abitante dei nostri fiumi.
Nell’occasione i partecipanti hanno visitato anche il Centro per gli ecosistemi acquatici del Parco in località Rovenaud, la cui apertura al pubblico è prevista per l’estate 2019 ed in cui al momento sono ospitati tre esemplari di lontra.

Commenta la notizia.