Stop al treno, c’è un camoscio da liberare

Due lavoratori delle ferrovie austriache hanno fermato il loro convoglio per salvare un camoscio rimasto bloccato sotto una valanga accanto alla ferrovia. L’animale era prigioniero di un cumulo di neve a lato dei binari nel Parco nazionale Gesäuse, nell’Austria centrale. Raccontano che l’animale sembrava ferito, non riusciva a muoversi e si sentivano lamenti continui. Il camoscio è stato liberato grazie alle vigorose palate dei due operai e ha ripreso la sua vita nel bosco, come riferisce repubblica.it dove è possibile ammirare il provvidenziale intervento dei due macchinisti.

Commenta la notizia.