La gran fondo diventa gourmet

Vacanze sempre più golose in montagna. Tra i masi e i prati innevati della Val Casies, nell’Area Vacanze Plan de Corones, è andata in scena il 12 gennaio la maratona dei canederli. Protagonisti, a quanto si apprende, sono stati lo sci di fondo e il piatto simbolo dell’Alto Adige, i canederli appunto, palle di pane preparate con svariati ingredienti. Alla fondo gourmet si è partecipato facendo 12 tappe di degustazione, tanti sono i ristoranti e baite disseminati lungo il tracciato. Per chi si fosse persa questa inverosimile maratona sciistica, va comunque segnalato che fino all’8 marzo, sempre in Val Casies, si può praticare la “Dieta del fondista”. Dopo una mattinata sulla neve, i fortunati mortali possono nutrirsi con gnocchi di patate ripieni alla mela e allo speck, canederli di zucca con formaggio locale, zuppa d’orzo con Tirtlan (frittelle ripiene di crauti, patate, o semi di papavero), canederli con crauti, nonché Kaiserschmarren con mirtilli. Poi via di nuovo, hop hop, a smaltire a passo alternato cotante calorie. A proposito: anche le mete invernali glamour tipo Engadina investono eccome sulla tavola. Ai faticatori della neve è riservato il piatto del fondista a Isola, nei pressi del Maloja, basato su polenta e uova al tegamino. E pensare che nel Grande Nord l’alimento ideale per chi si cimenta con gli sci stretti sulle lunghe distanze è un’austera zuppa calda di mirtillo somministrata con parsimonia a ogni rifornimento della storica Vasaloppet.(Ser)

Commenta la notizia.