Nevica poco? Scatta l’esposto

La neve annunciata arriva il 31 gennaio solo in minima parte e scatta l’esposto: procurato allarme meteorologico. Come si apprende dal quotidiano La Stampa, in questa circostanza un pensionato ha depositato in procura ad Asti un esposto contro ignoti. Il documento ipotizza anche il reato di divulgazione di notizie false. Strano il mondo in cui viviamo. D’inverno si pretende com’è giusto che la neve scenda dal cielo e che sia abbondante alla faccia del global warming. Purché cada, s’intende, in quota e non in città. Possibilmente che si stenda ben bene sulle piste di sci, meglio ancora nelle valli olimpiche. “Arriva la neve, la stagione è salva”, titolano allora i giornali. Non c’entrano la campagna, l’agricoltura, il raccolto. Quelle sono cose da albero degli zoccoli, di quando si diceva che sotto la neve pane e sotto la pioggia fame. Oggi l’importante, osserva Toni Farina in FB, è che la stagione sia salva. Quella dello sci s’intende. E che non ne venga di neve in città, né tanta né poca per non metterci inutilmente in allarme. (Ser)

One thought on “Nevica poco? Scatta l’esposto

  • 19/02/2019 at 16:30
    Permalink

    un pensionato ha depositato in procura ad Asti un esposto contro ignoti = perché hanno chiuso i manicomi..???

    Reply

Leave a Reply to sandro Cancel reply