Outdoor e ambientalismo, cocktail riuscito

Luca Albrisi

Realizzare un documentario che proponga un punto di vista sulle attività outdoor sostenibili come mezzo di “educazione ambientale” in grado di avvicinarci a una visione biocentrica del mondo e aiutarci a sviluppare un’ecologia profonda. Questo lo scopo per cui è stato concepito “The clean approach”, girato tra il 2017 e il 2018, che sta partecipando a diverse rassegne e proiezioni alle quali seguono puntualmente dibattiti e discussioni. Un successo superiore a ogni più rosea previsione per Luca Albrisi (www.lucaalbrisi.com) che ha scritto e diretto il film assieme ad Alfredo Croce. Prodotto da Pillow Lab in collaborazione con Associazione Humus, al film hanno collaborato professionisti del mondo outdoor, esperti in tematiche ambientali, nomi noti nel campo dell’antropologia e della psicologia nonché direttori e presidenti di Parchi naturali italiani. “Nel complesso”, spiega Albrisi, “il documentario mira a creare un ponte e un dialogo tra il mondo dell’ambientalismo e quello delle attività outdoor sostenibile in un’ottica di presa di consapevolezza e di educazione ambientale”. Il progetto, che in parallelo prevede la realizzazione di una mostra itinerante di tele fotografiche e testuali, è stato realizzato grazie al contributo della Provincia Autonoma di Trento e di sponsor privati quali Ferrino, Casse Rurali Trentine, Azienda per il Turismo della Val di Sole, Consorzio Turistico Pejo 3000 ed Elleerre e con il supporto di Azienda per il Turismo San Martino di Castrozza, Passo Rolle, Primiero e Vanoi, Birra del Bosco, Strada della Mela e dei Sapori delle Valli di Non e di Sole. Qui il trailer ufficiale.

Commenta la notizia.