Piccoli gesti quotidiani

La sostenibilità ecologica sembra essere all’ordine del giorno sull’onda dell’impegno entusiasta di tanti ragazzi e ragazzini seguaci della studentessa svedese Greta. Ed ecco che una Settimana della sostenibilità si annuncia per la prima volta a Lugano dal 30 marzo al 7 aprile come riferisce il quotidiano ticinese “20 minuti”. Tra gli organizzatori si contano giovani che hanno a cuore l’ambiente e lo mostrano a quanto si legge con gesti semplici: per esempio la scelta di spostarsi a piedi, “che mi permette di essere in sintonia col mondo che mi circonda” dichiara Andrea Sahagún Peña al giornale ticinese. E poi c’è Nitish Soundalgekar che ha avviato un progetto per promuovere la sostenibilità nella scelta dell’abbigliamento. Federica Sbiroli parla invece dei suoi gesti quotidiani: evitare gli sprechi, riutilizzare i fogli delle fotocopie oppure badare alla provenienza del cibo. Lo stesso vale per Fiorenzo Comini, che sta anche creando una piattaforma “che sfrutta i tragitti delle persone per spedire oggetti”. E non mancano, come già avviene al qua del confine di Ponte Chiasso, a Varese e provincia, famiglie che hanno scelto di essere “sballate” riducendo al minimo imballaggi e confezioni. Piccoli gesti di grande valore per il futuro dell’umanità drammaticamente invasa dalla plastica (vedi foto in apertura).

Commenta la notizia.