La scuola che il mondo ci invidia

Appare quasi superfluo l’invito della Fondazione Sella (fondazionesella@fondazionesella.org) a “partecipare numerosi” alla serata di venerdì 5 aprile alle ore 21 presso l’Auditorium dell’Università Aziendale del Gruppo Sella, in via Corradino Sella 6 a Biella. Al centro dell’incontro, che si prevede al gran completo, è un ospite ormai famoso, il professor Giuseppe Paschetto. Con lui partecipano alla serata gli allievi della scuola media di Mosso. “Un’eccellenza del nostro territorio riconosciuta a livello internazionale”, precisa la Fondazione. Paschetto è stato infatti nei mesi scorsi l’unico candidato italiano al Global Teacher Prize, una sorta di Premio Nobel degli insegnanti (un milione di dollari in palio!), assegnato a Dubai dalla Varkey Foundation a Peter Tabichi, professore di matematica e fisica keniano. Se n’è parlato in tutti i giornali e non è azzardato affermare che Paschetto sia il portacolori di una scuola che il mondo c’invidia.

Il metodo del professor Paschetto (in primo piano) si chiama Mathemotion e coniuga emozioni e interessi. Un’altra sua iniziativa, il Gruppo Alpinistico Scolastico, vinse a Milano il Premio Marcello Meroni della Società Escursionisti Milanesi.

Il metodo di Paschetto si chiama Mathemotion e punta a “coniugare emozioni e interessi” dei giovani allievi, privilegiando le attività all’aria aperta rispetto alla lezione frontale in classe. “Invito i ragazzi a fare esperienze”, tiene a precisare il prof, che spiega il teorema di Euclide invitando i ragazzi a misurare l’altezza degli edifici partendo dalla lunghezza della loro ombra proiettata sul terreno. Convinto ambientalista (anni fa ha promosso con un gruppo di studenti una campagna di crowdfunding per salvare l’isola sarda di Budelli dalla vendita all’asta), il professore è anche un appassionato di montagna e ha dato vita al Gruppo Alpinistico Scolastico (Gas) affiliato al Club alpino italiano, con cui organizza escursioni e attività di educazione alla montagna. Va segnalato che questa benemerita iniziativa è stata tre anni fa a Milano tra i premiati con il riconoscimento dedicato a Marcello Meroni messo in palio annualmente dalla Società Escursionisti Milanesi.

Come si svolgono le lezioni del professor Paschetto? A Mosso la scuola non finisce con l’ultima campanella, ma va avanti con iniziative anche il pomeriggio e alla sera. Il progetto ora vuole fare un ulteriore salto di qualità arrivando a misurare il grado di felicità che è capace di produrre nei ragazzi. Da qui l’idea di un vero e proprio “feliciometro” che, attraverso l’utilizzo di un questionario, dà agli allievi la possibilità di attribuire un “voto” alle lezioni, a partire appunto dal livello di felicità raggiunto durante il lavoro in classe.

La serata di venerdì 5 a Biella è dedicata agli studenti della classe che ha vinto il Premio On the Rocks per due anni consecutivi (2017 e 2018) e, appunto, al loro professore. Il premio è un concorso annuale della Società Geologica Italiana dedicato a video sulla geologia in cui i partecipanti sono invitati a raccontare in modo creativo e informale i temi delle loro ricerche, delle loro passioni e idee nel campo delle Scienze della Terra, il tutto in tempi molto ridotti (180 secondi). Nella serata organizzata dalla Fondazione Sella vengono proiettati i due video premiati per la categoria scuole di I e II livello (“Una classe di vere rocce” e “Digeriamo anche le pietre”), con un commento degli autori. Segue l’intervento del professor Paschetto dedicato ai suoi metodi di insegnamento e alla sua esperienza con il Global Teacher Price della Varkey Foundation. Le tecniche utilizzate comprendono cooperative learning, peer education, sperimentazione scientifica, inclusione e cittadinanza attiva con vari progetti di portata anche internazionale. Una serata e un personaggio sicuramente da non perdere. (Ser)

Commenta la notizia.