La ciclabile diventa fluo

La passione per la bicicletta va alimentata per 365 giorni all’anno. Anche di notte. Non a caso il Corriere del Veneto annunciava il giorno di Pasqua una lieta sorpresa: Verona potrebbe presto avere una pista ciclabile fluorescente e ultraecologica. Le prime bozze di progetto sono allo studio. La tecnologia è stata ideata dall’Istituto Tecnologie del Futuro di Pruzkow e consente di non usare i normali lampioni stradali, grazie all’uso di una vernice a base di fosforo che si “ricarica” grazie appunto all’energia solare. A Milano e Pavia il giornale fa sapere che si è già in fase di avanzata elaborazione, così come ad Amsterdam e a Berlino, mentre a Londra esistono già zone sotterranee della metropoli in cui questa tecnica è stata adottata. In particolare, a Pavia sono alle porte le gare d’appalto per i lavori per realizzare un percorso di 5 chilometri, per un costo di 260 mila euro finanziato per metà da Regione Lombardia. Pedalate gente. (Ser)

 

Commenta la notizia.