Petizione per Milano e Cortina

Una petizione in supporto alla candidatura di Milano-Cortina per le Olimpiadi in pochi giorni ha già raccolto centinaia di testimonial di peso e trasversali, non solo nel campo della politica. L’idea è del manager Mattia Mor e del comitato nato nel 2017 per il progetto no profit #HosceltoMilano. Una volta chiuso, l’appello https://olimpiadi2026.hosceltomilano.it/ sarà inviato formalmente al Comitato olimpico internazionale – che deciderà il 24 giugno a Losanna – oltre che al presidente del Consiglio dei ministri, al ministro dello Sport, ancora ai presidenti delle regioni Lombardia e Veneto, delle province di Trento e Bolzano, del Coni, e ai sindaci di Milano e Cortina. Spiega Mor, oggi deputato per il Partito democratico: “Abbiamo lanciato questa iniziativa per far sentire al Comitato Olimpico il forte sostegno dei cittadini italiani. Vogliamo dire che Milano e l’Italia sono pronte, perché hanno una comunità forte di persone preparate a trasformare questa esperienza in qualcosa di straordinario per chi sarà coinvolto. Il territorio sarà capace di offrire ad atleti, media, volontari ed appassionati le sue migliori caratteristiche di inclusione, internazionalità, operosità e “saper vivere” tipico del Bel Paese». E ancora: “Siamo felici che alla petizione abbiano aderito anche rappresentanti di partiti politici molto diversi tra loro, a sottolineare la valenza trasversale dell’iniziativa”.

Se nel 2017 il progetto #HosceltoMilano appena nato puntava a risvegliare la passione civica verso le nostre città e il nostro Paese (all’epoca sul portale vennero registrate centinaia di testimonianze video dove le persone definivano in tre aggettivi il capoluogo lombardo spiegando le opportunità avute e la scelta di viverci e investire e l’hashtag rimbalzò per mesi sui social e anche all’estero, ndr ), oggi la sua missione continua. “Promuoveremo dalla piattaforma e canali social di #HosceltoMilano l’idea che Milano e Cortina, perla delle Dolomiti, siano sedi ideali per ospitare le Olimpiadi invernali del 2026, evento così importante per lo sviluppo e il futuro delle nostre Regioni e del nostro Paese”, ribadisce il manager.

 

Commenta la notizia.