Mai provato ad appendervi alla funivia?

Oscillare nel verde a 2300 metri di quota davanti al Monte Rosa appesi a una cabina della funivia. Niente di meglio per il quotidiano La Stampa che il 1° agosto dedica una corrispondenza al curioso trastullo lanciato ad Alagna, in provincia di Vercelli, dove con il “Pen d’Olen” l’adrenalina raggiungerebbe il massimo. A ideare la proposta, che nel nome, sai che originalità, “racchiude l’oscillazione del pendolo e il vallone dell’Olen, che offre lo scenario”, è stata la scuola di alpinismo del Corpo guide alpine di Alagna con la collaborazione di Monterosa 2000, società proprietaria degli impianti di risalita. La base dell’esperienza, è spiegato nel quotidiano, è la cabina che porta al Passo dei Salati (2971 metri): dalla funivia, dopo essere stati imbragati e messi in sicurezza, si viene calati con una corda su una pedana ancorata alla parete rocciosa di Cimalegna (2300 metri). Il resto vorremmo lasciarlo all’immaginazione. Chi è interessato saprà come informarsi. Risultato: pendolando nel vuoto dovrebbe essere assicurata un’indispensabile sensazione di libertà di cui si avverte un crescente bisogno. Una sensazione che la montagna peraltro dispensa gratuitamente, senza doversi appendere a una funivia. (Ser)

Commenta la notizia.