Sestriere, una seconda giovinezza

La patria dei Giochi olimpici invernali del 2006 guarda avanti e punta su una seconda giovinezza grazie a nuovi investimenti e interventi di ristrutturazione sulle realtà alberghiere esistenti, nel nome di una ricettività sempre più focalizzata su sport e famiglie. A quanto riferisce il 30 agosto il quotidiano Il Sole 24 Ore, questo prevede al Sestriere la variante al Piano regolatore definito dal sindaco Valter Marin, da dieci anni primo cittadino del comune alpino. Ed è con questo spirito che sono nate una serie di iniziative per l’ammodernamento e il rilancio di alcuni alberghi come l’Hotel Cavalieri e l’Hotel Torre, oppure il progetto di Uappala Hotels che ha puntato sull’ex villaggio Valtur ottenendo dalla proprietà un affidamento per 18 anni.

Il punto di partenza, a quanto si apprende, è stato quello di valorizzare la tradizione di un villaggio adatto alle famiglie, potenziando i servizi connessi, dalla scuola sci all’animazione, creando ad hoc il marchio “Uappala World” che ha realizzato il primo anno 35 mila presenze e tasso di riempimento al 93% per le 190 camere. Per il sindaco di Sestriere, dunque, lo sviluppo della città come meta turistica non passa più attraverso le seconde case ma punta all’ampliamento e alla qualificazione delle strutture ricettive. Il punto di forza resta lo sport: da un lato gli ormai tradizionali ritiri della Juventus, dall’altro nuove tendenze, con la cittadina che si consolida come meta di allenamento estivo per grandi campioni e per molte discipline sportive, dal calcio fino al nuoto.

Il servizio sul quotidiano realizzato da Filomena Greco è inserito nel “Summer Game 2019”, l’iniziativa del giornale di Confindustria dedicata alle località di villeggiartura alpine e marine contrapposte in una specie di sfida. Novità al Sestriere, per concludere, anche nell’impiantistica. E’ prevista una prima fase di investimenti per circa 650 mila euro alla riapertura della stagione.

 

Commenta la notizia.