Lavaredo allo sprint: Arnold batte Hainz

Il 5 settembre 2019 l’alpinista svizzero Dani Arnold ha effettuato uno dei suoi abituali raid velocissimi in montagna scegliendo una delle vie più famose delle Dolomiti, la classica Comici – Dimai sulla parete nord della Cima Grande di Lavaredo i cui primi salitori furono Emilio Comici e Giovanni & Angelo Dimai nel 1933. Risultato: Arnold è riuscito in free solo a realizzare, su questa via simbolo sulle grandi pareti in Dolomiti, un primato assoluto impiegando 46 minuti e 30 secondi per scalarla fino alla croce in cima.

A dire il vero, Arnold ha raccontato a PlanetMountain che “non aveva la minima idea di essere così veloce”. E che era, udite udite, “relativamente rilassato e tutto è filato liscio, alla perfezione”. Strano. Perché allora in un filmato lo si vede correre a perdifiato su un cengione? E’ lecito allora dubitare, con tutto il rispetto per la sua indiscutibile vocazione allo spint, che quello di passare “una grandissima giornata in montagna” fosse il suo unico scopo?

Sulla Comici – Dimai, ormai da considerare una pista per specialisti dell’alpinismo a cronometro, restava in effetti da cinque anni un record da migliorare. A stabilirlo fu nel 2014 il formidabile altoatesino Christoph Hainz che sulle Cime di Lavaredo sembra aver concentrato tutto quello che caratterizza la sua passione e il suo stile veloce. E che sulla Comici-Dimai ha realizzato il record che lo inorgogliva più di ogni altro prima che Arnold glielo soffiasse: la via la salì in 48 minuti, due più dello svizzero. Ovviamente in solitaria, senza corde, assicurazione e partner. (Ser)

Christoh Hainz impegnato nel 2014 sulla Comici-Dimai alla Cima Grande di Lavaredo (archivio Salewa). In apertura la scalata-record di Dani Arnold il 5 settembre 2019. (archivio Mammut).

 

Commenta la notizia.