“Milano Montagna”, in primo piano la montagna dei ragazzi

“Milano Montagna Week” s’intitola la nuova settimana dedicata alla cultura di montagna e all’outdoor in programma da lunedì 14 a domenica 20 ottobre con eventi diffusi nella città dell’Expo. Cuore della manifestazione sono le quattro giornate al BASE Milano dal 17 al 20 ottobre. Milano come tutti sanno è da sempre affezionata alle “sue” montagne, vanta due attivissime sezioni del Club Alpino Italiano. E forse adesso questa passione viene alimentata ad arte (meglio così) dopo l’attribuzione alla città dell’Olimpiade invernale 2026 assieme a Cortina. All’ombra della Madonnina, sette giorni sono dunque dedicati alla cultura di montagna, all’outdoor e ai suoi protagonisti (il programma su milanomontagna.it). Per il debutto, lunedì sera all’Auditorium Verdi l’ospite è Simone Moro, presenta Sandro Filippini. Dopo di che il percorso della “Montagna Week” prosegue con molti eventi gratuiti, tra cui proiezioni, incontri con atleti e alpinisti, mostre, iniziative disseminate in vari luoghi e istituzioni cittadine con cui il festival, organizzato da Laura Agnoletto e Francesco Bertolini, mantiene un rapporto molto stretto.

Krzysztof Wielicki

Evento centrale della kermesse sono i “Sustainable Outdoor Days” al Base Milano: quattro giorni (dal 17 al 20 ottobre) dedicati a grandi imprese e grandi atleti, con un focus sulla sostenibilità. Tanti gli ospiti: dall’alpinista polacco Krzysztof Wielicki (foto a fianco) al mountain-biker Marco Aurelio Fontana, dall’avventuriero Oliviero Bosatelli, fresco vincitore dell’endurance trail del Tor des Géants, a Cala Cimenti (foto in apertura), che racconta la sua discesa con gli sci dal Nanga Parbat. Un certo spazio viene riservato, come è doveroso in questi tempi di emergenze, al clima. Venerdì 18 ottobre alle 19 va segnalato un incontro con Valentina Bosetti, professoressa di Economia Ambientale e dei Cambiamenti Climatici presso l’Università Bocconi. Nella stessa giornata, in serata, è possibile seguire l’intervento di Giorgio Vacchiano, esperto di gestione e pianificazione forestale (è tra gli 11 scienziati più influenti al mondo secondo “Nature”).

Valentina Bosetti

Alla generazione green è infine riservata la presentazione, come già annunciato da mountcity, di un nuovissimo “quaderno” dedicato, con il sostegno di Enel, alla “montagna che fa scuola”, primo di una collana dell’Associazione Quartieri Tranquilli. Per l’occasione, mercoledì 16 ottobre nel pomeriggio al Gratosoglio l’ingresso è libero per chi desidera partecipare, con ragazzi e insegnanti del quartiere, alla manifestazione “In-cordata per l’ambiente”. La presentazione del libro (in distribuzione gratuita per insegnanti ed educatori) avviene all’oratorio della Parrocchia Maria Madre della Chiesa. Organizzatori dell’evento, con la Parrocchia, sono l’Associazione Piccolo Principe Onlus, l’Associazione Quartieri Tranquilli, Mountcity e il Comprensivo Scuola Arcadia. Previsto l’intervento dell’assessore all’Educazione e Istruzione Laura Galimberti insieme con personalità dell’educazione outdoor, della cultura e dell’ambientalismo.

Ragazzi del Gratosoglio in cammino durante una delle escursioni del progetto “Quartieri in quota” nato nell’ambito delle attività dell’associazione “Quartieri tranquilli” di cui è presidente Lina Sotis. In apertura l’alpinista Cala Cimenti che racconta nel corso della “Milano Montagna Week” la sua discesa in sci dal Nanga Parbat.

Commenta la notizia.