Monte Stella, un modello di tutela condivisa

Realizzato alla fine della guerra con le macerie dei bombardamenti su progetto dell’architetto Bottoni, il Monte Stella si è rimboschito a Milano vuoi per interventi umani che per la forza stessa della natura, diventando il quarto parco cittadino per estensione e l’unico in elevazione. Negli ultimi tempi però ha mostrato segni di cedimento per il dilavamento subito delle acque meteoriche non più raccolte dalle canaline dissestate. Il Comune di Milano ha presentato lunedì 21 ottobre 2019 il progetto di sistemazione e nuovo utilizzo della “montagnetta”. Al Comune, che si fa carico degli interventi di manutenzione, si affiancheranno il Municipio 8 ed il gruppo di lavoro composto da molte realtà del Terzo Settore che hanno cooperato all’idea di restituirla non solo alla sua integrità, ma alla maggior fruizione da parte della cittadinanza.
Grazie al determinante finanziamento ricevuto della Fondazione di Comunità di Milano, il progetto può così porsi tre obiettivi:

• il consolidamento del terreno e l’irreggimentazione delle acque secondo il principio di invarianza idraulica;

• la (ri)forestazione urbana con la prospettiva di costituire una riserva naturale urbana;

• l’incremento quantitativo e qualitativo della frequentazione da parte delle scuole, delle associazioni, degli abitanti del quartiere e della città. Il programma di realizzazione vede la conclusione dei lavori entro dicembre 2020.

Tra i partner del progetto ci sono il CAI Milano – che vi ha già realizzato il primo sentiero urbano (http://www.mountcity.it/index.php/2018/10/28/inaugurato-il-sentiero-montestella/) ed intende ora dar vita ad un percorso per disabili motori e visivi in autonomia; e il CAI SEM che punta ad un servizio di accompagnamento dei disabili mediante joelette. Maggiori informazioni al sito: https://parcomontestella.it/

Lorenzo Dotti

CAI- SEM

Milano dall’alto del Monte Stella fotografata da Paolo Monti nel 1962. In apertura accompagnamento di disabili mediante joelette (fermo-immagine da un filmato realizzato dalla Società Escursionisti Milanesi).

Commenta la notizia.