Non nevica? Meglio destagionalizzare

Raccogliere la neve a fine marzo e ritrovarla sette mesi dopo quasi integra, come se fosse stata in un grande frigorifero. Questo nei paesi scandinavi si chiama snow farming. Dalle nostre parti i tecnici del turismo parlano invece di destagionalizzazione. A Formazza dove questa tecnica viene applicata per la prima volta non è solo il foraggio che viene raccolto e accantonato per essere utilizzato quando manca. Nella località di Riale, custoditi sotto un telo rivestito da uno spesso strato di cippato, sono stati messi da parte 3500 metri cubi di neve della scorsa stagione che ora vengono utilizzati per creare una pista di fondo: l’obbiettivo è realizzare un anello di due chilometri con uno spessore di 40 centimetri e una larghezza di 3 metri. La neve accumulata, raccolta in aprile, permetterebbe così di anticipare l’apertura del Centro Fondo di diverse settimane, tenere aperti gli alberghi, i bar, i bistrot, le stue e così via.

Tolto il cippato che la proteggeva dai raggi del sole che l’estate scorsa si è rivelato più dardeggiante del solito, la coltre bianca in Formazza è ricomparsa come per miracolo. Con una quarantina di volontari si è dato così il via alle operazioni per realizzare l’anello, esposto peraltro ai venti di scirocco di questo autunno caliente. Destagionalizzazione del turismo anche in quel di Livigno per accaparrarsi gli atleti alle loro prime uscite. Qui per utilizzare la neve messa in serbo alla vigilia dell’estate si è invece lavorato con camion, scavatori, trattori e gatti. Ne valeva la pena? In Argentina, sull’altro emisfero, la neve in questa stagione non manca e squadre di sciatori di vari continenti ne approfittano per aprire le grandi manovre dello sci agonistico. Con più naturalezza e minore impatto. Tanto si sa, non esistono più le stagioni una volta. (Ser)

Una laboriosa destagionalizzazione a Livigno in questo fermo-immagine. In apertura snow farming in val Formazza: decine di braccia rimuovono il cippato che copre la neve di primavera. Foto da La Stampa.

Commenta la notizia.