Appello da Milano: salvaguardiamo le tradizioni alimentari alpine!

Il patrimonio alimentare alpino sta perdendo le proprie tradizioni. Che cosa possiamo fare per andare controcorrente e cercare soluzioni allo spopolamento immaginando l’ambiente alpino che vorremmo salvaguardare e ponendoci obbiettivi percorribili per il prossimo decennio? A queste domande ha cercato di rispondere il Final Community Forum di AlpFoodway tenutosi a Palazzo Lombardia martedì 29 ottobre a cui hanno partecipato rappresentanti delle comunità alpine di sei comunità alpine: Italia, Svizzera, Francia, Austria, Germania e Slovenia.

La salvaguardia dell’alimentazione alpina è l’obbiettivo comune individuato per preservare la cultura e l’identità degli abitanti delle Alpi e ristabilire un modo di vivere che rispetti l’ambiente, che promuova e preservi la qualità dei paesaggi alpini e assicuri uno sviluppo sostenibile delle regioni Alpine per le presenti e future generazioni. Per l’occasione è stata presentata una Carta di intenti per coinvolgere ogni cittadino, associazione, istituzione perché assuma in proprio la responsabilità di salvaguardare le Tradizioni Alimentari Alpine e supportare la loro nomina alla lista UNESCO come Patrimonio Intangibile dell’umanità. Intangibile come la musica, ma apprezzabile attraverso il gusto tutte le volte che vorremo recarci a godere le bellezze e la cultura dell’arco alpino. Per l’occasione è on line la possibilità di approfondire sul sito www.alpfoodway.eu Vedi anche il sito dell’inventario del patrimonio intangibile delle Alpi www.intangiblesearch.it

Dario Monti

www.viestoriche.net

Nelle foto di Dario Monti due significativi aspetti del Final Community Forum di AlpFoodway tenutosi a Milano, presso il Palazzo Lombardia, il 29 ottobre 2019.

Commenta la notizia.