Allarme, sventrano le Tofane

“Cortina, 80 milioni per le piste. Cominciano a sventrare le Tofane”. Come dimostra il titolo apparso sul Fatto Quotidiano (2 ottobre 2019), è allarme per le associazioni ambientaliste. Si va verso i mondiali di sci del 2021 e una giostra di nuovi impianti fino alla Marmolada e al Cadore si annuncia per Cortina d’Ampezzo. Le conseguenze sul meraviglioso ambiente dolomitico appaiono fin d’ora devastanti come si deduce dal servizio di Ferruccio Sansa. Sulle Tofane in questi giorni si vedono gru, cantieri e la terra scura che emerge dove si stanno realizzando le piste. Si provvede a pieno ritmo. Perfino troppo, secondo Luigi Casanova di Mountain Wilderness che da anni si batte per difendere la natura sulle Dolomiti. E che precisa: “Le ruspe hanno rovinato la roccia. Si sta devastando uno dei monti più belli delle Alpi”. Un allarme che arriva proprio nel giorno in cui Luca Zaia, governatore del Veneto, annuncia: “Ci sono 80 milioni per realizzare il collegamento sciistico tra Cortina e Arabba”. Questa maxi giostra toccherebbe anche la Marmolada e il comprensorio del Civetta. E ancora una volta la domanda si ripropone. L’investimento risolleverà l’economia di alcune delle valli più belle – e delicate – delle Dolomiti dove si registra un preoccupante spopolamento oppure riempirà soprattutto le tasche dei privati devastando l’ambiente? (Ser)

One thought on “Allarme, sventrano le Tofane

  • 04/11/2019 at 21:13
    Permalink

    La mia proposta è FAR CANCELLARE LE DOLOMITI DAL RICONOSCIMENTO DELL’UNESCO

    Reply

Commenta la notizia.