Sorrisi e belati, benvenuti a “Craf in Crof”

E’ la più grande adunata di capre e di pecore delle Alpi Occidentali, una sinfonia di belati che per una giornata riempiono la bellissima conca in cui è adagiata Croveo, in valle Antigorio, ai piedi della cascata del Rio d’Agaro, lungo la strada che da Baceno serpeggia fino all’altipiano dell’Alpe Devero. Domenica 10 novembre 2019 l’appuntamento con i simpatici esemplari di “capra domestica” (Capra hircus, o, per alcuni autori, Capra aegagrus hircus) ha un titolo apparentemente esotico, “Craf in Crof”, che prende spunto dal dialetto locale. Capre a Croveo, appunto: quasi uno scioglilingua. Lo spettacolo è impagabile. Centinaia di capre e pecore, con piccoli al seguito, giungono per farsi ammirare. Per il pubblico previsti, insieme con intrattenimenti musicali, assaggi ovi-caprini e illustrazione delle tecniche di allevamento e delle varie lavorazioni dei prodotti tipici.

Capre e allevatori nei prati di Croveo (ph. Serafin/MountCity)

 

Commenta la notizia.