L’officina degli alpinisti perde il vecchio leader

Orazio Codega (1939-2019)

Alpinismo in lutto. Se ne è andato il 7 novembre a Premana (Lecco) all’età di 80 anni Orazio Codega, già presidente della Camp che da anni produce materiale da montagna stringendo legami con alcuni dei più grandi alpinisti del mondo. Orazio lascia la moglie Maria, i figli Paolo ed Eddy e cinque nipoti. A Premana, dove ha sede l’azienda, ingegneri e atleti lavorano ogni giorno con entusiasmo perché i sogni di tanti alpinisti si realizzino, ben sapendo che oggi più di ieri la storia dell’alpinismo comincia molto prima dell’attacco a una vetta. All’origine di molte grandi imprese stanno proprio i prodotti di questa antica officina, capolavori di leggerezza. Ma tra le anguste vie di Premana esiste ancora la piccola officina dove Nicola Codega, nel 1889, cominciò la propria attività di lavorazione del ferro. La bottega passò poi al figlio Antonio, artefice di splendide inferriate per le chiese veneziane e dei “ferri” che decorano le gondole lagunari. Ma negli anni Venti del Novecento, Antonio fornì anche le piccozze al corpo degli alpini.

Fu Riccardo Cassin, dopo la seconda guerra mondiale, a convincere Antonio e i suoi figli – Orazio, Nicolino, Samuele e Benedetto – a puntare tutto sull’alpinismo. Cassin arrivò a Premana in moto, i disegni di quattro piccozze sottobraccio, e Orazio ricordava bene quell’incontro: “Avevo dieci anni e credo che la mia passione per la montagna si sia accesa proprio quella sera, quando mi trovai di fronte quell’ometto tarchiato dallo sguardo acuto. Forse, senza quell’incontro, avremmo continuato a produrre ringhiere e inferriate per il mercato locale”.

La quarta generazione dei Codega oggi alla guida della Camp (ph. Serafin/MountCity)

Seguono anni di grande fermento: l’azienda intreccia relazioni sempre più strette con numerosi alpinisti di fama internazionale e, in collaborazione con i fratelli Lowe del Colorado, è in prima linea nella realizzazione di attrezzi altamente innovativi come la piccozza Hummingbird, il rampone Footfang e i leggendari Tricam. L’acronimo C.A.M.P., da “Codega Antonio Metilde Premana” (Metilde è il soprannome di famiglia), passa a significare “Costruzione Articoli Montagna Premana” diventato recentemente, a sottolineare la preponderante attività di ricerca, “Concezione Articoli Montagna Premana”. La Camp oggi è presente in 80 Paesi del mondo con filiali negli Stati Uniti e in Russia. E’ guidata dalla quarta generazione dei Codega, con Eddy presidente e amministratore delegato e l’altro figlio di Orazio, Paolo, nel ruolo di responsabile del settore amministrativo. (Ser)

Una veduta dello stabilimento di Premana (Lecco). Ph. Serafin/MountCity

Commenta la notizia.