Guide Alpine Lombardia, 39 nuovi diplomi

Cinque nuovi Accompagnatori di media montagna e un nuovo aspirante Guida alpina sono di Milano a testimoniare la passione che lega i milanesi alle loro montagne. A ricevere i diplomi giovedì 14 novembre 2019 a Sondrio sono stati in tutto 11 nuovi Aspiranti Guida alpina, il primo grado della professione, e 28 nuovi Accompagnatori di media montagna. Fra i primi ci sono 3 bergamaschi, 2 valtellinesi, 1 della provincia Milano, 2 di Modena, di 1 Catania e 2 di Aosta; fra gli Accompagnatori invece si contano 6 sondriesi, 5 milanesi, 5 bergamaschi, 2 della provincia di Varese, 3 di Como, 1 di Lecco, 1 di Pavia, 1 di Brescia, 2 di Trento, 1 di Treviso e 1 di Torino.

A congratularsi con i nuovi professionisti che entrano a far parte del Collegio Regionale Guide alpine Lombardia, è stata Marina Cambiaghi Assessore allo Sport e Giovani di Regione Lombardia, che ha preso parte alla cerimonia tenutasi presso l’Auditorium Testori. “Per il secondo anno consecutivo ho voluto che la consegna dei Diplomi delle nuove Guide alpine si tenesse in Regione Lombardia con una cerimonia ufficiale che potesse valorizzare e ringraziare per il prezioso lavoro, tutto Collegio Guide alpine Lombardia”, ha spiegato l’Assessore. “Sono convinta che chi ama la montagna e intraprende questa professione è conscio di essere il primo testimonial del territorio lombardo. Voglio personalmente ringraziavi per il prezioso apporto che potrete veicolare attraverso il vostro impegno per valorizzare le montagne e tutto il territorio regionale. Buon lavoro!”.  “Mi complimento con tutti i nuovi colleghi”, ha detto a sua volta Fabrizio Pina, presidente del Collegio regionale Guide Alpine Lombardia. “Il percorso formativo che porta al titolo di Aspirante Guida alpina e di Accompagnatore di media montagna non è semplice e richiede passione e sacrificio, e tuttavia le nostre professioni li meritano sicuramente entrambe”.

Il diploma di Aspirante Guida si ottiene dopo aver superato un percorso formativo di due anni e abilita a tutti gli effetti all’esercizio della professione, con poche limitazioni, per lo più relative alla possibilità di operare solo su territorio nazionale. Successivamente, dopo due anni di praticantato, gli Aspiranti possono frequentare il corso per l’esame di passaggio per diventare Guida alpina, l’abilitazione che conferisce il titolo finale del percorso professionale.

Per diventare Accompagnatore di media montagna si frequenta invece un corso della durata di un anno circa, per un totale di oltre 600 ore. Oltre a conoscere e attuare gli aspetti tecnici tipici dell’escursionismo, l’Accompagnatore è preparato a divulgare gli aspetti culturali che caratterizzano la montagna, sia naturalistici che antropologici. L’esercizio della professione è subordinato anche al superamento di un Esame di Abilitazione e all’iscrizione all’Elenco Speciale degli Accompagnatori di media Montagna.

Buon lavoro!  

I nuovi Aspiranti Guide alpine sono Gabriele Carrara di Albino, provincia di Bergamo, Diego Manini di Nembro, provincia di Bergamo, Simone Semperboni di Valbondione, provincia di Bergamo, Nicola Ciapponi di Morbegno, in provincia di Sondrio, Simone Manzi di Chiavenna, in provincia di Sondrio, Saro Costa di Milano, Edoardo Montorsi di Formigine, provincia di Modena, Francesco Rubbiani di Modena, Nazzareno Salvati di Saint Christophe, provincia di Aosta, Marco Sappa di Morgex, provincia di Aosta, Marco Maria Puleo di Nicolosi, provincia di Catania.

I 28 nuovi Accompagnatori di media montagna sono Laura Chiara Besseghini di Sondalo, provincia di Sondrio, Saverio Monti di Morbegno, provincia di Sondrio, Brunella Parolini di Lanzada, provincia di Sondrio, Davide Rossi di Ponte in Valtellina, provincia di Sondrio, Andrea Mori di Sondrio, Emanuele Rotta di Mese, provincia di Sondrio, Mary Vittoria Bettoni di Entratico, provincia di Bergamo, Marco Caccia di Almenno San Bartolomeo, provincia di Bergamo, Riccardo Suardi di Nembro, provincia di Bergamo, Matteo Zanga di Villa d’Ogna, provincia di Bergamo, Andrea Carminati di Bergamo, Daniela Ambrosi di Milano, Alessandro Reati di Cesano Boscone, provincia di Milano, Marco Sicilian di Milano, Leila Kataoka di Milano, Ilaria Erika Lanfranconi di Milano, Barbara Carta di Erba, provincia di Como, Federico Piffaretti di Como, Chiara Di Adamo di Albese con Cassano, provincia di Como, Arianna Cecchini di Lecco, Davide Canil di Gorla Minore, provincia di Varese, Elia Origoni di Malnate, provincia di Varese, Jekaterina Oralbajeva di Vigevano, provincia di Pavia, Stefano Valotti di Brescia, Claudio Poletti di Storo, provincia di Trento, Marco Sonna di Ossana, provincia di Trento, Mattia Favaretto di Treviso, Sofia Fresia di Torino.

 

Commenta la notizia.