Premiata Nives, 40 anni di scalate

Il prestigioso concorso “Gambrinus, Giuseppe Mazzotti” di San Polo di Piave (Treviso) per libri di montagna, alpinismo, esplorazione – viaggi, ecologia e paesaggio, artigianato di tradizione e opere sulla civiltà veneta dedicato alla figura e all’opera di Giuseppe Mazzotti, ogni anno identifica accanto ai tre vincitori anche un personaggio che con la sua vita e la sua opera abbia saputo portare avanti i valori di Mazzotti, insigne scrittore e intellettuale. Quest’anno è stata identificata Nives Meroi come vincitrice di questo premio “honoris causa”. Il riconoscimento le è stato consegnato (foto) nel corso della cerimonia finale della XXXVII edizione sabato 16 novembre 2019 al Parco Gambrinus. La Meroi celebra in questo 2019 quarant’anni di ascensioni assieme al marito e compagno di corda Romano Benet con il quale forma la prima coppia al mondo ad aver scalato insieme tutti i quattordici ottomila, senza bombole di ossigeno e climbing sherpa. “Sono solo un’alpinista, però con l’apostrofo”, ama ripetere Nives Meroi. “Quell’apostrofo è la mia bandierina di donna che faccio sventolare lassù”. La Meroi è anche un’ottima scrittrice. All’inizio del 2019 è stato pubblicato il suo libro “Il volo del corvo timido” (Rizzoli) in cui racconta l’ascensione dell’Annapurna che per lei e per Romano ha segnato la conclusione di una fatica durata vent’anni.

www.premiomazzotti.it

Commenta la notizia.