Dove la vacanza diventa virtuosa

La Valsugana, nel Trentino, è la prima e per ora unica destinazione a livello mondiale certificata per il turismo sostenibile secondo gli standard GSTC, il Global Sustainable Tourism Council, organizzazione non-profit che ha tra i suoi membri l’Organizzazione Mondiale per il Turismo (UNWTO), Ong, governi nazionali e locali e operatori di varia natura, accomunati dalla volontà di raggiungere best practice nell’ambito del turismo sostenibile. Il successo è stato reso possibile, come si apprende da un comunicato, da un modello di sviluppo del turismo che mette al centro il benessere della comunità ospitante e presta particolare attenzione alle esperienze turistiche green e slow, alla sostenibilità ambientale e sociale e agli aspetti collegati ai cambiamenti climatici.

Per ottenere la certificazione, la Valsugana ha dovuto confrontarsi con decine di parametri per dimostrare di massimizzare i benefici sociali ed economici e minimizzare gli impatti negativi per la comunità ospitante, i visitatori, il patrimonio culturale e l’ambiente. In concreto sono stati attivati i giovani per sensibilizzare operatori, residenti e turisti sui temi legati alla sostenibilità; si è messa a punto una procedura per l’organizzazione di appuntamenti “plastic free” durante i quali la salvaguardia dell’ambiente e la sensibilizzazione dei partecipanti è il focus principale; si stanno promuovendo eventi dedicati alla cura dell’ambiente, del paesaggio e alla tutela della biodiversità; si stanno monitorando gli aspetti economici, culturali ed ambientali della destinazione per la raccolta dei dati sui quali basare le iniziative future.

Fiore all’occhiello di queste iniziative sono il progetto “Vacanze in baita” grazie al quale sono state recuperate diverse abitazioni tradizionali inutilizzate, destinate a una nuova forma di ospitalità, e “Adotta una mucca” che ha consentito di integrare il reddito dei gestori delle malghe offrendo ai turisti la possibilità di vivere un’esperienza unica: incontrare la “propria” mucca, assistere alla lavorazione del suo latte e assaporare i suoi  prodotti.

Commenta la notizia.