Torna la 3Tre, Wimbledon dello sci

Rolly Marchi

Un fenomenale biglietto da visita. Con queste parole Tullio Serafini, presidente dell’APT di Madonna di Campiglio, presenta la 66° edizione della 3Tre, slalom notturno della Coppa del Mondo di sci alpino e uno degli eventi clou della stagione sciistica internazionale. L’appuntamento è fissato per mercoledì 8 gennaio 2019: prima manche alle ore 17,45, seconda alle 20,45 (diretta su Eurosposrt, Rai2, RaiSport; streaming su Eurosport Player, Ray Play e Dazn). La storia della 3Tre risale al 1950, settant’anni fa, e nel ripercorrerla è doveroso ricordare uno dei suoi ideatori, il grande Rolly Marchi che ci ha lasciato nel 2013 a 92 anni. Fu Rolly a inventarsi anche il Trofeo Topolino nel 1958 (con Mike Bongiorno) e il Kilometro lanciato. All’insigne scrittore e giornalista trentino si deve anche quel curioso nome della gara: si riferisce a una competizione sciistica internazionale in tre prove che si svolgeva in Trentino (3 gare in Trentino). Le prove si disputarono in un primo tempo in altrettante località (Monte Bondone, Paganella e Folgaria). Dal 1957 la gara si disputa regolarmente a Madonna di Campiglio nel tracciato del Canalone Miramonti, secondo gli esperti l’equivalente di Wimbledon nel tennis. Un tracciato che risale al 1940 quando venne ideato dal “re del Brenta”, la guida alpina e maestro di sci Bruno Detassis.

Oggi Rolly non potrebbe che compiacersi per il duraturo successo di questa sua creatura. Il bilancio, a quanto si apprende dal Sole 24 Ore del 5 gennaio, è di un milione di euro di cui il 70% deriva da marketing, diritti, biglietteria e sponsorizzazioni, il 20% è coperto da un contributo della Provincia Autonoma di Trento e il 10% da quelli dell’APT Madonna di Campiglio, Pinzolo, Val Rendena e Funivie Campiglio. La manifestazione detiene inoltre il record di contatti tv registrato in una singola edizione con 444 milioni nel 2015, quando un drone delle riprese televisive sfiorò la schiena dell’austriaco Marcel Hirscher. (Ser)

Commenta la notizia.