Notti di luna? E’ il momento di sciare

Nel panorama delle manifestazioni di sci nordico, si può dire che la Moonlight Classic Alpe di Siusi sia unica nel suo genere: la partenza è alle 8 di sera, un orario inusuale ma altrettanto affascinante perché lungo il tracciato di gara i binari della pista saranno illuminati dai raggi della luna piena. L’originale competizione di fondo in tecnica classica chiama a raccolta gli appassionati per la 14esima edizione in programma venerdì 7 febbraio, serata di luna piena. Durante la Moonlight Classic (in apertura un’immagine photocredit Alpe di Siusi Marketing) i fondisti possono scegliere tra due percorsi di 15 e 30 chilometri illuminati, oltre che dalla luce del nostro satellite, anche dalla presenza di centinaia di fiaccole che delimitano i tracciati fino al traguardo. Le iscrizioni sono possibili tramite il sito www.moonlightclassic.info ma è possibile iscriversi anche il giorno della gara.

Per sciatori di diverso genere le piste illuminate a giorno sulle Alpi non mancano. Fino al 7 marzo in Alta Valtellina si scia ogni venerdì dalle 20 alle 23 sulla mitica Stelvio di Bormio e sulla Deborah Compagnoni di Santa Caterina Valfurva. In Val Gardena è possibile addirittura affittare la pista Sasslong perfettamente battuta e illuminata per eventi aziendali e feste private. A Madonna di Campiglio di notte si scia a richiesta nel tratto finale della 3Tre, nera di slalom. In Val di Fassa ogni mercoledì e venerdì dalle 19.30 si scia presso lo Ski Stadium Alloch a Pozza di Fassa.

One thought on “Notti di luna? E’ il momento di sciare

  • 05/02/2020 at 17:42
    Permalink

    La notte è fatta per riposare. Però per attirare le persone ci si ingegna, bisogna trovare qualcosa che fa salire l’adrenalina. Gli organizzatori hanno pensato ALLA FAUNA NOTTURNA? Non gliene frega nulla! Sono animali, no persone. Se agli organizzatori la notte, gli rompessero le scatole con rumori, come reagirebbero ?

    Reply

Commenta la notizia.