#Confinicomuni. Ci aiuterà la montagnaterapia?

Un altro virus insidioso ci minaccia: quello mentale, psicologico. La montagnaterapia potrà aiutarci a superare l’inevitabile depressione di questi giorni sospesi ? Se ne discuterà in autunno a Parma dove per quattro giorni, dal 14 al 17 ottobre, la città ospita il VII Convegno nazionale sulla montagnaterapia dal titolo #Confinicomuni. Si tratta di un’occasione di confronto su esperienze e progetti segnalati da tutta Italia, che prevede la partecipazione di oltre 400 iscritti tra professionisti della salute, utenti dei Servizi sanitari, volontari e appassionati di montagna.

Camminare in montagna, come tutti sanno, va considerata un’efficace terapia e anche un modo per aumentare le difese immunitarie. L’evento di Parma, salvo imprevisti, si terrà negli spazi concessi da Crédit Agricole presso la sua sede Green Life in via Spezia a Parma, ed è organizzato da Azienda Usl di Parma e dal Club Alpino Italiano (Cai) – Sezione di Parma, con il patrocinio di Parma 2020 Capitale italiana della cultura, Club Alpino Italiano nazionale e altre importanti partnership, nell’ambito di un programma di iniziative sul tema “la cultura della cura”, promosso da Azienda USL, Azienda Ospedaliero-Universitaria e Università di Parma.

Un precedente va segnalato. Dal 2010, l’Ausl di Parma in collaborazione con il Cai, organizza percorsi riabilitativi per adulti e bambini in carico ai Servizi del Dipartimento salute mentale, tramite attività esperienziali in ambiente naturale, prevalentemente montano. Alla montagna, va ribadito, sono riconosciute potenzialità terapeutiche e riabilitative come dimostrano le attività svolte a Parma: in 9 anni sono state realizzate oltre 90 uscite con circa 230 ragazzi e giovani adulti, coinvolti nel progetto insieme agli operatori sanitari dell’Ausl e ai volontari della sezione provinciale Cai. E il successo del progetto di Parma trova ampio riscontro in una crescente diffusione di queste iniziative in numerose realtà sanitarie di tutta Italia. Per preparare al meglio l’appuntamento nazionale del 2020 sono in corso di programmazione incontri con Istituzioni, stakeholder e partner privati per definire adesioni e collaborazioni. Informazioni sul convegno in www.confinicomuni.it

Commenta la notizia.