Crowdfunding per la campanella

La Sezione di Pordenone del Club Alpino Italiano ha lanciato una campagna di crowdfunding per riparare la campanella del Campanile di Val Montanaia, il famoso “urlo di pietra” delle Dolomiti friulane. Era stata danneggiata da un fulmine nel 2019. E’ un pezzo di storia quella piccola campana, testimone di migliaia di meravigliose esperienze alpinistiche. La guglia venne salita per la prima volta il 17 settembre 1902 dagli austriaci Wolf von Glanvell e Karl von Saar dopo un tentativo prima effettuato dai triestini Napoleone Cozzi e Alberto Zanutti che avevano superato il tratto più difficile – la famosa fessura Cozzi – prima di dover tornare indietro.

Dal 1926 quella piccola campana di bronzo accoglie in cima generazioni di alpinisti. Da quando è stata colpita da un fulmine il suo suono si è però affievolito, è diventato ovattato. Per rimediare al non lieve inconveniente, il manufatto è stato portato a valle e affidato a mani esperte. Un impegno non da poco per la Sezione del Club Alpino Italiano di Pordenone, che ne è “custode”. Il sodalizio si è infatti impegnato a ripararla e restituirla alla sua vetta e ai fortunati appassionati che riescono a raggiungerla dopo una scalata per palati fini.

Adesso per chi volesse contribuire ai restauri è stata attivata una campagna di crowdfunding. “Desideriamo coinvolgere tutti coloro i quali amano la montagna e i tesori che custodisce”, si legge nella presentazione della richiesta di fondi, “i tantissimi che il Campanile l’hanno salito e hanno avuto il privilegio di far rintoccare la campana, ma anche tutti quelli che il suono della campana lo hanno ascoltato dalle pendici, in ascesa al bivacco Perugini o in cammino sulla Via dei Silenzi. Un piccolo contributo di molti darà nuova vita a un suono che rappresenta per noi un orgoglio e un simbolo di fratellanza”.

Foto di vetta con campanella nel 1946: da sinistra Giordano Fornasier, G.A. Duilio De Polo, Enrico Cortellazzo e Arturo Fornasier. In apertura la celebre campanella sullo sfondo degli Spalti di Toro.

Commenta la notizia.