Monte Rosa. Quando lo skyrunner incontra il gipeto

Durante uno dei suoi quotidiani allenamenti, Stefano Balossi, skyrunner di Macugnaga, ha immortalato il maestoso volo di un gipeto. Lo straordinario avvistamento l’ha effettuato, a quanto gentilmente ci informa Walter Bettoni, mentre transitava nei pressi del rifugio Zamboni – Zappa (2070 m). Il gipeto, comunemente noto come “avvoltoio barbuto” o “avvoltoio degli agnelli”, conferma così la propria presenza nell’area della Est del Monte Rosa. A Macugnaga si ricorda che nel gennaio 2016 Massimo Mattioli, allora comandante provinciale del Corpo Forestale, era riuscito ad avvistare una coppia di gipeti nei pressi del Faderhorn o Pizzo della Croce (2477 m) all’interno dell’Oasi Faunistica del Monte Rosa, istituita nel settembre 1969 e prima area protetta del VCO. Come noto, il Gipeto è l’avvoltoio di maggiori dimensioni tra quelli nidificanti in Europa. Sulle Alpi era estinto dall’inizio del XX secolo. Da molti anni è oggetto di un ambizioso progetto di reintroduzione che mira a ricostituire una popolazione vitale sulla catena alpina.

Uno stupendo particolare del volo ad ali spiegate immortalato dallo skyrunner di Macugnaga Stefano Balossi durante uno dei suoi quotidiani allenamenti.

Commenta la notizia.