Anelli. Giro delle Odle con Livio Sposito

Continua in “Fatti di Montagna” la serie di percorsi circolari proposti da insigni scrittori delle vette. L’undicesimo in rete dal 28 luglio reca la firma di Livio Sposito a lungo inviato speciale del Corriere della Sera, alpinista e autore di libri di storia dell’alpinismo l’ultimo dei quali dedicato a Grohman, scopritore delle Dolomiti.

Livio Sposito

Il giro delle Odle proposto da Sposito permette di entrare nel cuore dei Monti Pallidi, a cavallo tra la val di Funes, la Badia e la Val Gardena, facendo la conoscenza dei diversi, contrastanti volti di questo giardino incantato. Si attraversano aspre, rocciose forcelle di montagna elevandosi fino a 2600 metri di quota; si incontrano deserte valli di dolomia candida, aride benché attraversate da ruscelletti che sgorgano direttamente dalla roccia; infine si percorrono lungo il “Sentiero delle Odle” i dolci verdeggianti declivi delle malghe che si estendono ai piedi delle imponenti pareti nord della catena montuosa. In “Fatti di Montagna” potete scaricare il pdf con tutte le istruzioni necessarie. È consigliabile prevedere di fare il giro in due giorni, fermandosi a dormire al Rifugio Firenze, per apprezzare la varietà dei luoghi, godere di brevi riposi in angoli ogni volta diversi e soprattutto per non tornare a casa distrutti dalla fatica. Qui sopra, in apertura, le Odle fotografate da Mirko Sotgiu in tutto il loro splendore.

Commenta la notizia.