Trentofestival riparte con le boliviane

Una solida programmazione live con la presenza del pubblico rappresenta uno dei risultati più importanti di questa 68a edizione del TrentoFilmfestival, rinviata a causa dell’emergenza sanitaria e che con la stessa ancora deve fare i conti. I luoghi sono moltissimi, grazie a una programmazione diffusa su tutto il Trentino. Il programma completo delle proiezioni, degli eventi e delle attività della 68. edizione è disponibile sul sito del Festival, con tutte le informazioni su location, orari, riferimenti. Gli eventi sono gratuiti e la prenotazione obbligatoria: molti degli appuntamenti vengono trasmessi in diretta sulle pagine Facebook e Youtube del TrentoFilmfestival o dei diversi partner.

Tutti i cento film selezionati sono disponibili sulla piattaforma online per le visione in streaming. Da giovedì 20 agosto è possibile registrarsi sulla piattaforma e acquistare l’abbonamento al costo di 20 euro (15 euro per i soci CAI, UISP e altre convenzioni). A inaugurare la piattaforma è “Cholitas” (Spagna, 2019, 80’) di Jaime Murciego e Pablo Iraburu. Il primo lungometraggio del Concorso 2020 è l’appassionante racconto di una spedizione unica, in cui cinque donne indigene boliviane affrontano la scalata dell’Aconcagua indossando i loro abiti tradizionali, come gesto di liberazione ed emancipazione.

Trento rimane ovviamente il cuore pulsante del Trento Film Festival, con le proiezioni al Supercinema Vittoria, al Cinema Roma e nell’arena all’aperto di Piazza Fiera, e con decine di appuntamenti in luoghi inediti ma in linea con lo spirito e i contenuti dell’edizione. MontagnaLibri rimane confermata nella sua sede storica, ovvero in Piazza Fiera. La novità è la presenza, nella stessa piazza, dell’arena per il cinema all’aperto. Sempre da Piazza Fiera, ogni giorno Radio Dolomiti trasmette dalla sua casetta – anche in diretta Facebook – due rubriche in un’inedita forma radiofonica: il “Caffè scientifico” e “Emozioni tra le pagine”.

Confermata la collaborazione con il MUSE, nel giardino del quale avrà sede una delle importanti novità del Festival: il T4Future, la speciale sezione del festival dedicata al futuro sostenibile del Pianeta e rivolta in particolare alle famiglie e alle nuove generazioni. Dopo l’inaugurazione di giovedì 27 agosto con lo spettacolo della scuola di circo Bolla di Sapone, tutti i giorni tantissime attività organizzate dai partner.

Commenta la notizia.