Marmolada, il rifugio ritrovato

Una grotta profonda circa 5 metri e larga 4 fu realizzata a colpi di dinamite su una parete della Marmolada nel 1874 come base di partenza per la vetta. Centocinquant’anni fa era possibile raggiungere questo spartano rifugio, ma oggi con il ritiro del ghiacciaio è impossibile arrivarci a piedi e occorre arrampicarsi per circa 80 metri. Come riferisce il quotidiano La Repubblica di sabato 29 agosto 2020, il rifugio è stato raggiunto in questi giorni da Bruno Pederiva guida alpina della Val di Fassa per misurare lo spessore del ghiaccio andato perduto e per ricostruire la storia di quel riparo che molti confondono con le fortificazioni della Grande Guerra, quando i soldati scavarono nelle viscere del ghiacciaio una stupefacente città di ghiaccio.

Commenta la notizia.