Ricerche. Vita, morte e miracoli nelle Valli di Lanzo

E’ uscito il 144° volume della Collana editoriale della Società Storica delle Valli di Lanzo. Tratta della seconda integrazione del Repertorio bibliografico delle Valli: come nei volumi precedenti sono segnalati libri, saggi brevi, articoli, guide turistiche ed escursionistiche, pubblicazioni minori, pagine che spaziano dalla storia locale alla valorizzazione culturale ai romanzi ambientati nelle Valli.

L’aggiornamento del Repertorio bibliografico per il periodo 2010-2019 – 1168 nuovi titoli censiti nel decennio trascorso – oltre ai 487 dell’addenda ante 2010 – porta il totale a quasi 6500 testi, variamente riferiti a Lanzo e alle sue valli, che vengono così inventariate. “Un lavoro senza pari nell’area geografica alpina, e non solo”, è spiegato in un comunicato della Società storica. Storie di persone, luoghi, eventi e aneddoti di vita civile, religiosa, militare, politica che arricchiscono il caleidoscopio attraverso cui possiamo conoscere in maniera più viva e completa un territorio che non finisce di stupirci per i tesori di tradizione e di attualità che contiene.

Scrive il presidente Michele Vietti: “Ci voleva la passione e la competenza di un bibliofilo come Bruno Guglielmotto-Ravet per portare a termine la terza puntata di un programma ambizioso e impegnativo. L’applicazione severa, il rigore scientifico, la curiosità mai paga, il fiuto del cacciatore, l’ansia di scoperta dell’esploratore alla perenne ricerca di un pezzo mancante hanno guidato l’autore in un’impresa le cui componenti talora minute non devono ingannare circa l’esito del progetto complessivo che se ne ricava”.

È l’accesso a una miniera – è scritto sempre in un comunicato – quello che l’autore ci guida a scoprire: materiale prezioso che giaceva nelle viscere della terra editoriale è stato riportato alla luce grazie a un’azione di setaccio che separa il chicco dalla pula, all’interno di un disegno unitario che consente consultazione, studio, approfondimento, comparazione, collegamenti, scavi ulteriori di altro materiale, in una catenavirtuosa di scoperte che popolano lo scenario delle Valli di Lanzo di sempre nuovi protagonisti, episodi, costumi… L’indagine non finisce di stupire. Sempre nuovi titoli si inseriscono nella già lunga elencazione raccolta. Sono gocce, che colmano un bicchiere mai pieno. La fruizione di quest’opera – nel complessivo dei tre volumi editi – non è subitanea, ma è un invito mediato alla lettura, una provocazione culturale, un’opportunità di selezionare in un catalogo ragionato ciò che può soddisfare i nostri gusti, un appuntamento nelle Valli di Lanzo per apprezzarne più e meglio passato, presente e, in prospettiva, futuro.

Scrive Bruno Guglielmotto-Ravet: “Aver terminato il terzo volume del Repertorio bibliografico è la conclusione di un lungo, quotidiano ‘lavoro’ imperniato su di una varietà contatti, proficui a monitorare l’aggiornamento. Il mio impegno non è mai stato disgiunto dall’intento di formare una raccolta il più completa possibile che costituisca, in prospettiva, un riferimento autorevole per le fonti cartacee a stampa sulle Valli di Lanzo, individuandone anche la sede di deposito più idonea. In questa direzione auspico una convergenza di intenti, per riunire anche altri fondi librari e iconografici. Un pensiero costante, un progetto in corso”.

Presentazione a Lanzo Torinese

BRUNO GUGLIELMOTTO-RAVET: Repertorio bibliografico delle Valli di Lanzo – vol. 3 2a Addenda (fino al 2009) – Aggiornamento 2010-2019Un libro di 144 pagine, con 7 illustrazioni e 1655 schede bibliografiche (2020). edito da Società Storica delle Valli di Lanzo. Presentazione: Lanzo Torinese, Collegio San Filippo Neri, piazza Albert 8, sabato 19 settembre 2020, ore 11.

SOCIETÀ STORICA DELLE VALLI DI LANZOpresso Biblioteca Civica, via San Giovanni Bosco 1, 10074 Lanzo Torinese (TO) Tel. 349.1408760 / info@societastorica-dellevallidilanzo.it www.societastorica-dellevallidilanzo.it

Commenta la notizia.