Niente sci? Buone passeggiate “con i fiocchi”!

Il Ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato sabato 2 gennaio l’ordinanza che definisce la data di riapertura della stagione sciistica. E’ stato stabilito che gli impianti non riaprono, come in un primo tempo annunciato, dopo le Feste bensì (se tuttora bene) a partire dal 18 gennaio 2021. Intanto un’iniziativa per promuovere il turismo invernale va segnalata a Cortina dove l’Associazione albergatori ha lanciato un progetto con nove percorsi a piedi in ambiente innevato su terreno battuto. Si tratta, sostengono, di un’immersione “slow” nella neve. Con itinerari facili per tutti.

Viene spiegato che “Passeggiate con i fiocchi”, questo il termine usato per definire i percorsi, è un nome “che sollecita emozioni e vuole dimostrare che un altro turismo è possibile, lontano dalle preoccupazioni”.

“Immaginate solo di camminare lasciandovi sfiorare dalla natura innevata di un paesaggio invernale, nel silenzio del bosco, quando la neve soffice appena caduta rende ovattato il paesaggio e l’aria fresca riempie i polmoni”, è l’invito degli organizzatori. 

Ma dov’è la novità? In Engadina percorsi pedonali frequentatissimi vengono battuti dopo ogni nevicata appena fuori dai villaggi o tra un villaggio e l’altro. In Francia rappresentano una vecchia consuetudine i sentieri invernali, accuratamente battuti. Vengono battezzati col nome di “sentiers piétons” (sentieri per pedoni). Nei paesi di lingua tedesca questi percorsi invernali sono da tempo un’istituzione e si chiamano “Wintewanderwege”. Che si sappia, tutte queste iniziative sono state finora trascurate o addirittura ignorate nelle località alpine italiane e negli Appennini dove il solo interesse economico degli operatori è sempre stato rivolto in esclusiva agli impianti e alle relative piste per lo sci da discesa. 

Il “Winterwanderwege” consiste, come similari sentieri, in un percorso innevato, in genere basato su un analogo itinerario estivo, battuto da normali battipista e messo a disposizione di chiunque voglia percorrerlo a piedi calzando semplici scarponi da montagna. Dei nove percorsi pedonali di Cortina d’Ampezzo che fanno parte delle “passeggiate con i fiocchi” due sono abbinabili, quando sarà possibile, a un impianto di risalita; due a un rifugio quale meta finale dove poter degustare dei piatti tipici; altri cinque sentieri si snodano nei boschi adiacenti.

“Abbiamo pensato a passeggiate raggiungibili con i mezzi pubblici per lasciare ferma l’auto”, spiega Roberta Alverà dell’Associazione albergatori. “Non si tratta di percorsi che impongono una significativa condizione fisica, non sono per sportivi impegnati né presentano difficoltà o dislivelli importanti. Non vanno peraltro confusi con percorsi per ciaspole o sci alpinismo. Sono semplici camminate e si possono fare anche con il proprio amico a quattro zampe”. (Ser)

One thought on “Niente sci? Buone passeggiate “con i fiocchi”!

  • 07/01/2021 at 20:09
    Permalink

    Incredibile. Pensa un po’, chi l’avrebbe mai detto che a Cortina sono finalmente riusciti a capire che camminare su sentieri ben tenuti è molto piacevole anche con la neve?
    Dai cortinesi che ce la potete fare anche voi a costruire un turismo sostenibile, senza dover ricorrere per forza a funivie e seggiovie.
    Bravi! Avanti così.

    Reply

Commenta la notizia.