Lo chiamavano “Patience”, fu il capostipite delle guide

Chi ha svolto il ruolo di prima guida alpina italiana? Il quesito può sembrare ozioso, ma riveste sicuramente un interesse storico poiché ci rimanda alla nascita stessa dell’alpinismo. In questo scritto di Teresio Valsesia un invito a ritornare alle cronache alpine di oltre due secoli fa, quando iniziarono le prime esplorazioni sulle Alpi, compiute essenzialmente nel nuovo clima culturale intriso da un sano spirito illuministico.

Leggi tutto

Marte nei sogni alpinistici di Bepo “mani da strapiombo”

L’ammartaggio effettuato dal veicolo spaziale della Nasa sul pianeta rosso rimetterebbe oggi le ali, se ancora fosse al mondo, ai sogni spaziali di un grande alpinista del passato, il bellunese Bepi (o Bepo) De Francesch (1924-1997) detto “mani da strapiombo”, un campione del sesto grado. Nell’altro millennio fu Bepo a rivolgersi alla Nasa per prenotare almeno una scalata “spaziale”. Una richiesta che sottintendeva un’opinione oggi generalizzata: sulla Terra rimane ben poco di interessante da fare…

Leggi tutto

Gratis on line la scalata vincente dei Ragni

Per festeggiare il Riconoscimento Consiglio ricevuto dal Club Alpino Accademico Italiano, i “maglioni rossi” di Lecco invitano sabato 20 febbraio ad assistere sul canale Youtube dalle 20 alle 23 alla versione integrale e gratuita del film “Cavalli bardati che fanno tremare la terra”, dedicato alla loro prima salita della parete Ovest del Bhagirathi IV.

Leggi tutto

Letture. Quattro amici sul filo della crisi climatica

Con gli sci e le pelli di foca dalla Val Malenco a Davos: il nuovo libro “Sciare in un mondo fragile – Quattro amici sul filo della crisi climatica” della guida alpina Marco Tosi invita a riflettere sulla necessità di un approccio diverso alle terre alte. E’ pubblicato da MonteRosa Edizioni (Collana “Gli ellebori”, 160 pagine, 15,90 euro) e contiene un inserto di 16 pagine di fotografie a colori di Luca Fontana con le geniali illustrazioni della guida alpina Michele Comi.

Leggi tutto

“L’ora più fredda”. Paci al suo primo romanzo

La formazione politica, sentimentale e alpinistica di un giovane cittadino a metà degli anni Settanta viene raccontata nel libro “L’ora più fredda” edito da Solferino e in questi giorni nelle librerie. Ne è autore il milanese Paolo Paci che affronta il suo primo romanzo e si conferma tra i più fertili autori di libri di montagna e di viaggio come si può rilevare dalla bibliografia in Wikipedia dove sono elencati 26 titoli di sua produzione compreso quest’ultimo.

Leggi tutto

Ricordi d’autore. Il giorno che Maestri divenne capocordata

Del compianto “ragno delle Dolomiti” sono piene le pagine del libro “Arrampicare era il massimo” che Franco Giovannini diede alle stampe nel 1996 nella collana dei Licheni. Con questo brillante ingegnere e imprenditore oltre che alpinista ed estroso autore di libri di filosofia spicciola, l’amicizia di Maestri fu lunga e bella…

Leggi tutto

Scialpinismo. Un boom che preoccupa

Il boom dello sci alpinismo sulle Alpi non è esente da problemi. Gennaio si è concluso con un fine settimana nero e decine di incidenti, diversi mortali. Ma le problematiche per chi, in mancanza di impianti di risalita, ha scelto giocoforza di frequentare “l’altra montagna” non sono legate soltanto ai pericoli in agguato. C’è dell’altro che inquieta come si può leggere in un primo bilancio della stagione scialpinistica pubblicato nella newsletter AlpMedia della Commissione per la Protezione delle Alpi (Cipra).

Leggi tutto

Troppa neve sul campanile? Il parroco alpinista sale a spalarla

Alpinista, guida alpina onoraria, don Paolo Papone, parroco di Valtounenche, non ha avuto problemi nella scalata del campanile della chiesa di Cervinia. La neve accumulata lassù dopo 48 ore di copiose nevicate costituiva un pericolo e non c’era tempo da perdere. Detto fatto, domenica 31, come riferisce il sito valledaostaglocal.it, ha indossato “guscio”, scarponi e imbrago a cui ha legato la corda da arrampicata ed è salito in sicurezza fino al tetto…

Leggi tutto

Himalaya. E lo chiamano inverno

Mentre in diverse località delle Alpi il livello della neve raggiungeva e superava i due metri e i termometri erano inchiodati sotto lo zero, a partire dal 22 gennaio 2021 le stazioni meteorologiche del campo base all’Everest hanno riportato temperature massime sopra lo zero per otto giorni consecutivi. La massima laggiù si è registrata il 13 gennaio, quando la colonnina di mercurio ha raggiunto i 7 gradi. E’ quanto riferisce il sito della Nasa.

Leggi tutto

“Lo Zaino” numero 13. Alcuni perché dell’alpinismo

Si apre con un articolo intitolato “Il dono dell’alpinismo” il numero 13 de Lo Zaino, rivista semestrale delle Scuole lombarde di alpinismo e scialpinismo del Club Alpino Italiano. E su quel “bruciante desiderio che un individuo prova quando vuole scalare una montagna” indaga Gian Maria Mandelli, ma non è il solo in questo fascicolo della bella rivista a spendersi su un tema tanto delicato e controverso…

Leggi tutto

Ragni around the world. Alla scoperta del Kirghizistan

Proseguono gli appuntamenti con “Ragni around the world”, il programma che prevede la messa on-line della versione integrale e gratuita dei più bei film realizzati negli ultimi anni dai Ragni della Grignetta. A partire da sabato 23 gennaio alle 20, è disponibile sul canale Youtube dei “maglioni rossi” anche il film “Secret Kyrgyzstan” del regista Filippo Salvioni.

Leggi tutto

Annullato il Mezzalama. “Sarebbe un azzardo”

Gli organizzatori per anni hanno lottato con le condizioni meteo avverse, il freddo, la neve, il vento. Ma niente era finora riuscito a bloccare il Trofeo Mezzalama, la più famosa maratona in sci d’alta quota del mondo. Ci è riuscita la pandemia che ha mandato all’aria la ventitreesima edizione prevista in aprile. Ne ha dato l’annuncio il 21 gennaio Alex Brunod, sindaco di Ayas e nuovo presidente della Fondazione Mezzalama.

Leggi tutto

Il trionfo degli sherpa al K2. Realizzato il sogno di Tenzing

Un’impresa storica lo è stata la prima salita invernale al K2 compiuta da dieci sherpa nepalesi sabato 16 gennaio 2021. In Gran Bretagna il Sunday Times, dedicando la prima pagina all’evento, ricorda che 68 anni dopo si è realizzato un grande sogno di Tenzing Norgay, lo sherpa che con sir Edmund Hillary salì per primo nel 1953 sull’Everest.

Leggi tutto

Prudenza, per favore!

“Scegliete un’altra montagna: meno rischiosa, ma non meno coinvolgente”. È l’appello diramato dal Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS), nel pieno della stagione invernale, condizionata da una sanità messa a dura prova. Il Soccorso Alpino, con un video-appello diffuso tramite i social e i media – ma aperto a ogni tipo di condivisione – quest’anno chiede a tutti gli appassionati di sport invernali una particolare prudenza.

Leggi tutto

Successo nepalese. Il K2 per la prima volta “domato” in inverno

Sabato 16 gennaio 2021 alle 17, ora locale, il K2, l’ultimo 8000 inviolato in inverno, è stato per la prima volta salito. A mettere piede sugli 8611 metri della “montagna degli italiani” sono stati i dieci alpinisti nepalesi Nirmal Purja, Gelje Sherpa, Mingma David Sherpa, Mingma Tenzi Sherpa, Dawa Temba Sherpa, Pem Chhiri Sherpa, Mingma G. Sherpa, Kili Pemba Sherpa, Dawa Tenjing Sherpa e Sona Sherpa.

Leggi tutto

Letture. L’alpinismo spiegato dallo psicologo

L’arrampicata come parabola della vita: per imparare a confrontarci con le nostre paure, superare gli ostacoli esterni ed interni, allenare il nostro corpo e la nostra mente, fidarci delle nostre capacità ma anche del nostro compagno di cordata, e tendere sempre al superamento dei nostri limiti. Questo è l’insegnamento del viennese Viktor Frankl, psicoterapeuta e guida alpina al quale è dedicato il libro in questi giorni sugli scaffali “Montagna maestra di vita” (Corbaccio, collana “Exploit”, 175 pagine, 19 euro).

Leggi tutto

L’alpinismo e i valori del volontariato e della solidarietà

Beppe Guzzeloni, Istruttore di alpinismo, affronta diversi temi lungo un percorso che si riallaccia all’infanzia in una casa di ringhiera milanese e con la montagna che già fa capolino e all’incontro con un missionario che gli fece apprezzare il senso di comunità. In seguito l’ingresso nella scuola di alpinismo Alpiteam lo portò a comunicare la sua passione per la montagna a persone con particolari fragilità, a mettere in pratica un’attività didattica in grado di diventare strumento di pensiero oltre che di azione…

Leggi tutto

Marmolada. Sugli schermi la Tomasson vincitrice della Sud

“La conquista delle Dolomiti” è il titolo di una serie di docufilm realizzata da Reinhold Messner e da suo figlio Simon. Per quanto riguarda la Marmolada, è stata rievocata l’ascensione che nel lontano 1901 l’alpinista inglese Beatrice Tomasson (1859-1947) portò a termine sulla parete sud assieme alle due guide alpine di San Martino di Castrozza Michele Bettega e Bortolo Zagonel.

Leggi tutto

Icar Virtual Congress 2020. Sviluppi del soccorso alpino

Si è svolto tra il 10 e il 17 ottobre 2020, per la prima volta da remoto, il consueto convegno della Commissione internazionale per il soccorso in montagna (International Commission for Alpine Rescue). Ne riferisce il dottor Gian Celso Agazzi della Commissione medica del Club Alpino Italiano.

Leggi tutto

Letture. Modelli virtuosi e fragole del Devero

In tutte le stagioni l’Alpe Devero nelle Alpi Lepontine è il posto più bello del mondo e non si stenta a credere che, per risparmiargli l’oltraggio di un ampliamento dei mezzi di risalita con tutto il luna park che ne può conseguire, la petizione “Salviamo l’alpe Devero” abbia raccolto in poco tempo più di centomila firme sulla piattaforma change.org. Capita a proposito in questo inizio del 2021 l’appassionante libro ”Le fragole dell’Alpe Devero” di Lorenzo Revojera (Persico editore, 97 pagine) che si apre, appunto, tra queste favolose montagne dove il giovane Mario approda provenendo dall’opaco hinterland milanese…

Leggi tutto

Memoriali. Gli ultimi istanti di Comici

A Giovanni “Gianni” Mohor (Trieste 1921-1962), socio della Società Alpina delle Giulie, alpinista cresciuto alla scuola di Emilio Comici, è dedicato il numero monografico della rivista “Alpi Giulie” curato da Flavio Ghio. Attraverso le pagine dell’annuario trova finalmente pubblicazione il libro “La mia vita per l’Alpe” di Mohor con il racconto della tragica fine del grande alpinista.

Leggi tutto

“I giganti dell’alpinismo, la Grigna e io”. Intervista a Spreafico

Per una vita Giorgio Spreafico ha atteso che le superstar dell’alpinismo si presentassero nella sua Lecco, al cospetto delle Grigne, per dialogare con loro e poterne riferire ai lettori del quotidiano “La provincia” di cui era caporedattore nonché curatore di pagine imperdibili e informatissime sull’alpinismo. Ora quegli incontri con cinquanta “cacciatori di emozioni” sono raccolti in un libro.

Leggi tutto