Mobilità dolce. Il giro della Sardegna in kayak

Camminare, pedalare, pagaiare, c’è molto in comune tra queste attività apparentemente così diverse. Alla fine si tratta sempre di raggiungere una meta con le proprie forze, senza inquinare, senza fare rumore, senza lasciare traccia, addentrandosi nella natura più bella ed emozionante. “Per quanto ami lo sport e l’attività fisica”, precisa il giornalista milanese Vincenzo Maritati (v.maritati@tin.it) che ci presenta il suo giro della Sardegna jn kayak, “non sono mai riuscito ad appassionarmi alle attività al chiuso, sudando sugli attrezzi di una palestra o guardando scorrere le piastrelle del fondo di una piscina…”.

Leggi tutto

Sul ghiaccio sottile verso l’ignoto

“Era come arrampicarsi su un muro di vetro, ed è stata una grande emozione quando abbiamo capito che saremmo riusciti a sbucare in vetta”. Si chiama proprio “Amore di vetro” la nuova via di ghiaccio e misto che Simon Gietl e Marcel Schenk sono riusciti ad aprire sulla parete Nord Est del pizzo Badile, tempio dell’alpinismo…

Leggi tutto

Blogger Contest 2016. Raccontate i vostri vagabondaggi

L’edizione 2016 del Blogger Contest intende esplorare la montagna come terreno di vagabondaggio, come ricerca della libertà più estrema intesa come quella di non avere una vera meta – o di cambiarla in corso d’opera, perché così ci è piaciuto – ma anche liberi da mode e condizionamenti, capaci di liberarsi del superfluo…

Leggi tutto