Otto consigli prima di mettersi in marcia

Due ministeri francesi tengono a battesimo in questi giorni la nuova edizione di un interessante documento (definito semplicemente un “pro memoria”) per la prevenzione degli incidenti in montagna. Realizzato con la partecipazione di diverse federazioni sportive, destinato al grande pubblico, il documento è suggestivamente intitolato “Perché la montagna rimanga un piacere”…

Leggi tutto

Parchi traditi. I punti critici della riforma

La Camera dei Deputati, in accordo con il Governo ha licenziato le modifiche della legge 394 del 1991 (la legge quadro sulle aree naturali protette) nel testo pervenuto dal Senato che lo aveva approvato nel novembre 2016. “Si tratta nella sostanza in una vera riforma”, si legge nel documento del Comitato etico-scientifico di MW, “che trasforma le aree protette in strumenti della politica locale e marginalizza ulteriormente quelle che dovrebbero essere le priorità dei Parchi Nazionali…”.

Leggi tutto

Siti di arrampicata, linee guida per attrezzarli

Il Collegio Nazionale delle Guide Alpine Italiane ha redatto e pubblicato online le “Linee Guida per l’attrezzatura di siti naturali per l’arrampicata e percorsi attrezzati”: uno strumento di libero accesso, messo a disposizione dei professionisti e delle Amministrazioni allo scopo di fungere da riferimento per i lavori di apertura di nuovi siti o di restauro di siti già esistenti…

Leggi tutto

“La mia fuga dalla volgarità trionfante”. Luigia Miotti si racconta

Luigia Miotti è la zia paterna di Giuseppe Popi Miotti, gloria dell’alpinismo valtellinese. Popi ha buone ragioni per citarla con affetto e devozione nei suoi libri. Si deve a lei infatti la prima femminile al canalone Marinelli del Pizzo Roseg. Era il 1938 o giù di lì. Ora Miotti annuncia trionfalmente in FB di avere “trovato un illuminante appunto scritto da sua zia”…

Leggi tutto

Elitaxi nel Parco nazionale della Val Grande! Ecco le prove

Nel Parco nazionale della Val Grande per la prima volta negli anni Ottanta la terminologia “Wilderness” è stata adottata da organismi ufficiali statali. Ma ora c’è il dubbio che quel termine faccia da paravento a una pratica sulla cui opportunità non si può essere d’accordo: quell’uso o meglio abuso dell’elicottero in situazioni in cui se ne potrebbe e dovrebbe fare a meno…

Leggi tutto