L’autostrada bocciata e il rilancio della mobilità

La ferrovia come mezzo rapido di trasporto delle persone, un mezzo efficace capace di offrire un servizio destinato sia ai residenti che agli ospiti, poco invasivo del territorio e del paesaggio, poco inquinante. I paesi del nord delle Alpi e lo stesso Alto Adige–Sudtirol hanno sposato, ormai da tempo, questa scelta e ovunque stanno modernizzando e potenziando la loro rete ferroviaria…

Leggi tutto

Dolomiti “Green day”, una decisione inadeguata e irresponsabile

Si chiameranno Dolomiti Green Days e partiranno la prossima estate. Una sperimentazione che per il 2017 riguarderà però solo 10 giorni ed esclusivamente il passo Sella. Stop ai mezzi mossi da motore a scoppio, sì alla mobilità alternativa: auto, bus e pure moto elettriche, bici tradizionali e a pedalata assistita, pedoni trasportati in alta quota dagli impianti di risalita “inglobati” nel sistema di trasporto pubblico…

Leggi tutto

Il Creato: custodirlo, non sfruttarlo

Primo settembre, giornata di lavoro in Cadore, alla chiesa Madonna delle nevi a Pra Marino (nella foto), dei vescovi delle diocesi di Trento, Belluno, Bolzano, Como. Con loro c’erano delegati ufficiali delle chiese ortodosse d’Italia e di Malta. “Custodire il Creato non significa sfruttarlo fino a compromettere la vita dei più poveri…”

Leggi tutto

Patrimonio Unesco, quali prospettive. Workshop sulle Dolomiti a Cimolais

“Attuare la strategia complessiva
 di gestione del Patrimonio 
Dolomiti Unesco”
 è il tema del workshop in programma sabato 27 agosto 2016 dalle 9.30 alle 17.30 a Cimolais (PN), nella sede del Parco Naturale Dolomiti Friulane. Un’occasione importante per definire azioni progettuali e di governance…

Leggi tutto

Auto sui passi, pro o contro? Al Rifugio Boè si vota

Niente auto né moto sui passi dolomitici? E’ l’argomento di conversazione più drammatico e dibattuto. Basti ricordare che questa Disneyland alpina viene attraversata ogni anno da quasi due milioni di veicoli. La questione della limitazione al traffico sui passi dolomitici è di enorme importanza, reale e simbolica. Si annuncia in questi giorni una conferenza stampa con rappresentanti delle associazioni ambientaliste, ma è doveroso segnalare anche un’iniziativa in quota, ai piedi del Piz Boè…

Leggi tutto

Dolomiti in crisi. Limitare l’assedio motorizzato o verranno squalificate!

“I nodi verranno al pettine”, annuncia su “Internazionale” Gerhard Mumelter, giornalista, nel tracciare il quadro poco confortante dell’assedio delle auto e delle moto sui passi delle Dolomiti. “Perché l’Unesco obbliga chi gestisce il territorio a realizzare progetti di mobilità sostenibile e attuare misure per la protezione dell’ambiente. In autunno degli ispettori dovrebbero verificare le cose fatte. Sarà un momento decisivo per le cinque province dolomitiche (Belluno, Bolzano, Trento, Udine e Pordenone), visto che l’Unesco può anche non riconoscere più un sito come patrimonio dell’umanità…”

Leggi tutto