Grandi alpinisti. Erich Abram decatleta della vita

Sono due i libri dedicati a Erich Abram (1922-2017) da quando il grande alpinista che partecipò alla conquista del K2 se ne andò. In questi giorni nelle librerie è arrivato per i tipi di Athesia “Verso il cielo” di Carla Abram e Christian Ladurner. In precedenza, alla sua scomparsa, Augusto Golin gli dedicò invece la biografia “Erich Abram, un alpinista bolzanino”, edito con il patrocinio del Club Alpino Italiano.

Leggi tutto

Neve sicura. Nuove strategie per il soccorso

Ciaspole, sci alpinismo, freeride sono previsti in forte crescita nella prossima stagione invernale e il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) rivede le sue strategie. Un importante accordo è stato firmato con Aineva, l’Associazione Interregionale di coordinamento e documentazione per i problemi inerenti alla neve e alle valanghe.

Leggi tutto

L’insidia del gelo per gli escursionisti con la coda

Una nevicata annunciata, una donna in ipotermia, la sua cagnetta morta di freddo. Nell’ultimo gelido week end di settembre il Soccorso alpino della Val Comelico ha salvato due escursionisti in difficoltà per la neve alla Casera Pian Formaggio. La missione dei sei soccorritori del Cnsas e dei due della Guardia di finanza si è conclusa alle due del mattino passate. Niente da fare per la cagnetta che non aveva la tempra di Tschingel, l’amatissima compagna di scalate del reverendo inglese William August Coolidge (1850-1926).

Leggi tutto

Solidarietà alpina. Eroismi alla luce della fotocellula

E’ andata in scena sabato 19 settembre a Pinzolo (TN) la 49° edizione del Pemio internazionale per la solidarietà alpina, con la cerimonia al Paladolomiti e la consegna della Targa a Teresina Monegatti Casanova, di Pejo, ovvero la “Signora” del rifugio Mantova al Viòz, a quota 3.535 metri, eletta a simbolo dei rifugisti delle Alpi e di tutte le terre alte del mondo. Premiati anche i soccorritori di Pinzolo e Madonna di Campiglio per un complesso salvataggio al Crozzon di Brenta nel cuore della notte.

Leggi tutto

Targa d’argento a Teresina, rifugista esemplare

“Esemplare figura di gestore di rifugio alpino, una vita generosa di fatiche e di sacrifici al rifugio Mantova al Viòz, il più alto delle Alpi orientali (3.535 m), al servizio, insieme con la famiglia, degli amanti della montagna e di quanti avessero avuto bisogno di aiuto”. Con questa motivazione Teresina Monegatti Casanova, nata a Pejo nel 1945, dal 1958 in servizio al Viòz della SAT gestito dai fratelli Casanova, viene premiata a Pinzolo (TN) il 19 settembre con la Targa d’Argento della Solidarietà Alpina.

Leggi tutto

Sicuri in montagna. Come comportarsi con le vipere

Dopo la pubblicazione (giovedì 6 agosto 2020) del comunicato del Parco Nazionale della Valgrande sul pacifico “trasloco” di alcune vipere presenti in un’area dove sono in corso lavori di recupero ambientale, riceviamo dal Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico un comunicato intitolato significativamente “Veleni in montagna: come comportarsi in caso di morso di vipera”. Il testo, che volentieri pubblichiamo, è opera di due specialisti che vanno sentitamente ringraziati: Sarah Vecchio in rappresentanza della Società Italiana di Tossicologia e della Commissione O.T.T.O Medica L.P.V. del CAI; ed Elio Guastalli del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, coordinatore del progetto Sicuri in montagna. Nella foto don Ruscetta, celebre prete viperaio della Valle Antigorio.

Leggi tutto

Covid-19 e Telemedicina, cresce l’assistenza da remoto

La Telemedicina in questi lunghi mesi di emergenza si sta dimostrando uno strumento di prevenzione e monitoraggio fondamentale per ridurre i contatti tra medico e paziente. Utilizzata nel corso di spedizioni alpinistiche extra-europee, è da tempo al centro delle attenzioni dei medici di montagna come conferma qui il dottor Gian Celso Agazzi, segretario della Commissione medica centrale del Club Alpino Italiano, prendendo spunto da una conferenza sull’argomento del dottor Sergio Pillon coordinatore della Commissione nazionale per il governo delle linee di indirizzo della Telemedicina Italiana.

Leggi tutto

Soccorso alpino. Si riparte: due morti

La buona notizia è che nel 2019 in montagna è morta meno gente, 446 in tutto. Erano stati otto di più nel 2018. Lo si deduce dalle statistiche diramate dal Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico. Che durante il lockdown è rimasto inoperoso ma nella fase 2 della pandemia è stato subito richiamato all’ordine…

Leggi tutto

Niente sconti agli angeli?

In piazza Marconi a Canazei un monumento ricorda i quattro uomini del Soccorso Alpino Alta Fassa Luca Prinoth, Diego Perathoner, Erwin Riz e Alex Dantone, medaglie d’oro al Valor Civile, insigniti con la Targa d’Argento della Solidarietà Alpina, periti in Val Lasties nelle Dolomiti il 26 dicembre 2009 mentre effettuavano un soccorso in valanga. Dieci anni dopo ancora ci si domanda se esistono limiti all’opera dei soccorritori quando il rischio, come nel loro caso, è da considerare troppo elevato.

Leggi tutto

Le insidie della montagna “destagionalizzata”

Domenica 19 gennaio 2020 si ripropone in varie località l’appuntamento “Sicuri con la neve” dedicato alla prevenzione degli incidenti tipici della stagione invernale con momenti di riflessione sulle valutazioni ambientali, sulle dinamiche di gruppo, sui comportamenti, sui limiti personali e sulle capacità di rinuncia…

Leggi tutto

Le valanghe spiegate dal climatologo

Alla fine del 2019 è purtroppo sembrata avverarsi una previsione espressa all’inizio della stagione invernale, vale a dire che nell’inverno 2019-2020 possa aumentare la frequenza degli incidenti valanghivi. Il vero problema dovrebbero essere le condizioni climatiche. Salgono infatti le temperature e cresce la densità della neve.

Leggi tutto

Assassino invisibile non solo sull’Appennino

Sono stati quasi 300 i morti sulle nostre montagne nel 2019. Una delle ultime mediatizzate sciagure è del 26 dicembre. E’ avvenuta su un sentiero che conduce alle vette del Gran Sasso. Colpa del ghiaccio, particolarmente insidioso,nascosto sotto una leggera coltre nevosa, spesso sottovalutato.

Leggi tutto

Maledetta overconfidence

Sarebbe utile e doveroso ancora una volta indicare come concause degli incidenti in valanga l’eccesso di confidenza (overconfidence) che porta quelli “bravi” a superare i limiti imposti dalle circostanze, e la sempre più diffusa attitudine al “risk taking”, cioè ad assumere comportamenti rischiosi. 

Leggi tutto

Quali limiti per la app del Soccorso

Ci sono volute ore di cammino nel cuore della notte per i soccorritori di Belluno e i carabinieri di Cimolais per riuscire a salvare una coppia di alpinisti nel week end di Ognissanti. La montagna era in pessime condizioni atmosferiche. Possibile che i due abbiano riposto eccessiva fiducia nell’applicazione GeoresQ inserita nei loro cellulari, un’app promossa dal Cai e gestita dal Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico?

Leggi tutto

La decadenza dei Bagni di Masino

Come si desume da “Vie storiche”, l’antico edificio dove si effettuavano le cure termali in Val Masino è abbandonato nonostante in anni recenti sia stato completamente ristrutturato e rinnovato negli interni. Nell’attiguo albergo dei Bagni, anch’esso chiuso, si celebrarono i fasti di un alpinismo ormai irripetibile…

Leggi tutto

L’abbraccio di Pinzolo a padre “Topio”

La Targa d’Argento del Premio Internazionale di Solidarietà Alpina quest’anno giunto alla 48ma edizione, viene consegnata a Pinzolo (TN) il 21 settembre 2019 a padre Antonio “Topio” Zavatarelli, parroco della comunità di Peñas in Bolivia, per l’impegno con cui aiuta a uscire da una vita di stenti tanti campesinos sulle Ande di Perù e Bolivia.

Leggi tutto