Rifugi e bivacchi, i nuovi scenari

Un nuovo libro della Hoepli presenta oltre 50 rifugi e bivacchi dell’arco alpino. Intitolato “Rifugi e bivacchi. Gli imperdibili delle Alpi” di Roberto Dini, Luca Gibello e Stefano Girodo, ci conduce tra strutture storiche e modernissime o addirittura futuristiche trattando di architettura, storia e paesaggio. Si tratta di un illustratissimo compendio che spazia al di qua e al di là dei confini geografici…

Leggi tutto

Lo scarpone che libera (?) la mente

“Libera il tallone, libera la mente” è stato lo slogan con cui negli anni 80 venne rilanciata l’antica sciata del telemark. All’epoca si sciava con attrezzi stretti e lunghi non meno di 205 cm, scarponi di cuoio e attacchi three pins che non garantivano una soddisfacente presa di spigolo. Ora tutto è cambiato…

Leggi tutto

Benvenuti a Viceno, paese cardioprotetto

Il piccolo paese ossolano di Viceno, frazione di Crodo, immerso nel verde a circa mille metri di quota, non solo è un’oasi di pace per i fortunati che d’estate vi trascorrono le vacanze, è anche da circa un anno un paese cardioprotetto. Un defibrillatore (DAE, Defibrillatore Automatico Esterno) per intervenire in caso d’improvviso e purtroppo non infrequente arresto cardiaco lo si trova appeso ai muri della chiesa di San Rocco…

Leggi tutto

Vallé Blanche, si apra un’inchiesta!

Mentre ancora circolano sul web le immagini dei soccorritori che si calano da un elicottero appesi a un verricello per recuperare i passeggeri della “télécabine” che attraversa la Vallée Blanche, rimasta bloccata con gli “ovetti” rossi (12 gruppi di tre ciascuno) sospesi a mezz’aria, nuovi inquietanti scenari si aprono su questo impianto voluto negli anni Cinquanta dall’imprenditore Dino Lora Totino e considerato all’epoca avveniristico…

Leggi tutto

Quando le seggiovie erano “a temperatura ambiente”

La Val Gardena annuncia per l’inverno 2016/2017 la prima seggiovia a 8 posti riscaldata in Italia che collegherà il Passo Sella con la famosa Città dei Sassi ai piedi del Sassolungo. Cupole blu, come è stato anticipato, proteggeranno i sedili e tutto l’ambiente intorno si tingerà di blu…

Leggi tutto

Monte Bianco. Cronaca immaginaria dal rifugio che non c’è

Era da un po’ di tempo che lo storico rifugio Torino del Cai al Monte Bianco denunciava la sua decrepitezza. Molti di noi che lo abbiamo bazzicato ricordano lo squallore delle brande da caserma in stanze attraversate da spifferi insopportabili, i muri scrostati, le latrine maleodoranti…

Leggi tutto