Donna, mamma e guida alpina. Le scelte “diverse” della Torretta

In Italia sono una ventina le donne che esercitano la professione di guida alpina. Tra le più “quotate” risulta la torinese Anna Torretta (1971) che venerdì 8 febbraio, alle 21, all’auditorium Menossi dii Udine, è ospite della Società Alpina Friulana…

Leggi tutto

La Stampa e la montagna “pericolosa”

Una nuova benemerita iniziativa del quotidiano La Stampa in tema di prevenzione degli incidenti in montagna. Fino a venerdì 1° febbraio 2019 a dialogare con i lettori sul tema sempre attuale della montagna “pericolosa” è Giorgio Macchiavello, giornalista della redazione di Aosta, grande appassionato di montagna e di sport…

Leggi tutto

Politiche sociali. Per una natura senza frontiere

Come favorire le attività negli ambienti naturali da parte di chi si è visto fino ad ora preclusa tale possibilità? Il punto sulla situazione e su auspicabili nuovi progetti nel convegno “Natura senza frontiere” di venerdì 1 febbraio 2019, inserito nell’ambito dell’8° Forum delle politiche sociali promosso dal Comune di Milano (31 gennaio – 3 febbraio 2019).

Leggi tutto

“Alpi Giulie”, numero speciale su Dougan

L’ultimo numero della rivista “Alpi Giulie” curato da Flavio Ghio e interamente dedicato a Vladimiro Dougan (1891-1955) viene presentato giovedì 31 gennaio 2019, alle ore 18, presso la Sala Bobi Bazlen di Palazzo Gopcevich a Trieste.

Leggi tutto

Mezzo secolo vissuto pericolosamente

Si conclude “doverosamente” con un’analisi del termine dialettale genovese “belin” il libro “Un sogno lungo 50 anni” di Alessandro Grillo (Versante Sud, 323 pagine, 19,90 euro) dedicato a storie dell’arrampicata finalese dal 1968 al 2018…

Leggi tutto

La gran fondo diventa gourmet

Vacanze sempre più golose in montagna. Tra i masi e i prati innevati della Val Casies, nell’Area Vacanze Plan de Corones, è andata in scena il 12 gennaio la maratona dei canederli. Protagonisti: lo sci di fondo e il piatto simbolo dell’Alto Adige, i canederli appunto…

Leggi tutto

Documenti. Il recupero delle foreste distrutte

Sul recupero delle foreste nelle Dolomiti danneggiate dalla tempesta Vaia del 28 e 29 ottobre è stato elaborato un documento che ha ottenuto il consenso di tutti gli enti e associazioni partecipanti (250 persone presenti, quasi tutti i sindaci del Cadore) all’incontro del 7 dicembre 2018 organizzato a Belluno da Cipra Italia, Mountain Wilderness, Libera, Nomi e Numeri contro le mafie, Ecoistituto Veneto “Alex Langer”, WWF O.A. Terre del Piave, Comitato Peraltrestrade Carnia-Cadore, Italia Nostra sezione di Belluno, Gruppo Promotore Parco del Cadore.

Leggi tutto