Cognetti e Mountain Wilderness, un’adesione significativa

Due notizie non possono che rallegrare chi ama la montagna. Riguardano entrambe Paolo Cognetti (qui sopra in una foto Adn Kronos) che grazie al suo romanzo Le otto montagne, vincitore del Premio Strega, e grazie ad altri suoi scritti apparsi sul quotidiano La Repubblica (recente è il suo intervento sugli sciagurati piani di sviluppo turistico della valle di Champoluc) si è dimostrato particolarmente attento ai problemi delle Terre Alte…

Leggi tutto

Grandi pulizie nelle Alpi francesi

Più di due tonnellate di ferraglia, plastica e vecchi pneumatici abbandonati in meno è il risutato della giornata dedicata nelle Alpi francesi alla radicale pulizia sulle sponde della Vence (Grenoble). L’iniziativa è di Mountain Wlderness Francia che, in occasione della Settimana della Solidarietà supportata dalla Cassa di Risparmio Rhone-Alpes, ha organizzato con una ventina di volontari una giornata di risanamento (Journée de dépollution) in un’area contrassegnata da numerose discariche selvagge…

Leggi tutto

Mongolia e Marmolada come in uno specchio

L’accostamento di due luoghi unici nella loro bellezza come la Mongolia e la Marmolada e particolarmente esposti alle avversità climatiche è la nuova proposta espositiva che il Collettivo Fotosocial propone al pubblico, portando il progetto fotografico dell’artista coreano Daesung Lee “Futuristic Archaeology” ai piedi del più grande ghiacciaio delle Dolomiti (Pian dei Fiacconi, dal 19 agosto al 17 settembre)…

Leggi tutto

Parchi traditi. I punti critici della riforma

La Camera dei Deputati, in accordo con il Governo ha licenziato le modifiche della legge 394 del 1991 (la legge quadro sulle aree naturali protette) nel testo pervenuto dal Senato che lo aveva approvato nel novembre 2016. “Si tratta nella sostanza in una vera riforma”, si legge nel documento del Comitato etico-scientifico di MW, “che trasforma le aree protette in strumenti della politica locale e marginalizza ulteriormente quelle che dovrebbero essere le priorità dei Parchi Nazionali…”.

Leggi tutto

Quad, il colpevole silenzio delle istituzioni

In Mountain Wilderness rimane forte l’amarezza per il silenzio da parte dei sindaci e dei Servizi della Regione Veneto e della Provincia Autonoma di Trento, per l’ostilità e la durezza dei commenti che è stata rilevata nei siti mediatici da parte di tanti partecipanti e sostenitori della attività motoristica diffusa su pascoli e alte quote delle montagne e delle Dolomiti…

Leggi tutto

Motoraduno sui prati, per il sindaco è OK

Mountain Wilderness ha diffidato il Comune di Rovetta e inviato un esposto alla Procura della Repubblica in merito all’autorizzazione della manifestazione “Valli Bergamasche revival XVII Trofeo Gino Reduzzi” organizzata dal Moto Club Bergamo il 24 e 25 giugno. Il tracciato della manifestazione riguarda non solo strade agro-silvo pastorali ma anche aree ad elevata naturalità e zone di praterie alpine…

Leggi tutto

Parchi e beni comuni, il testamento di Rodotà

La scomparsa del giurista Stefano Rodotà a 84 anni, grande amico della natura, lascia un vuoto incolmabile tra gli attivisti di Mountain Wilderness del cui comitato etico scientifico faceva parte. “Un uomo di grandissima umanità, incarnazione dei migliori ideali di una sinistra libera dai condizionamenti degli schieramenti partitici e dalle ipocrisie che ne costituiscono il corollario”, lo definisce Carlo Alberto Pinelli, rendendogli omaggio a nome dell’associazione…

Leggi tutto